Ultim'ora
Commenta

Viadana, sulla questione
Italgas le minoranze
chiedono un consiglio ad hoc

Inoltre viene chiesto al sindaco Nicola Cavatorta di presentare una relazione che ricostruisca fedelmente la vicenda e di invitare alla seduta consiliare il collegio dei Revisori dei Conti.

VIADANA – E’ una richiesta che arriva da tutti i consiglieri comunali di minoranza, al di là del gruppo e del credo politico, perché la tematica – trattandosi di soldi pubblici a bilancio – va oltre i partiti. Il documento porta infatti la firma di Silvio Perteghella (Viadana Democratica), Fabrizia Zaffanella, Benedetta Boni e Nicola Federici (centro-sinistra) e Alessia Minotti (Viadana Davvero). Il tema è quella del contenzioso tra il comune di Viadana e Italgas Reti Spa. Il lungo documento riporta la cronologia della vicenda, che avrebbe portato – secondo le minoranze – al pignoramento dei conti comunali, rischiando così di ingessare gli investimenti negli anni a venire. Una circostanza tuttavia, quest’ultima, negata dall’amministrazione.

Da qui la richiesta di convocazione di un consiglio comunale ad hoc entro venti giorni dalla presentazione del documento specifico, che è stato protocollato il 20 ottobre. Le minoranze chiedono anche la copia integrale del Lodo arbitrale, con copia degli atti relativi alle ingiunzioni di pagamento e delle opposizioni presentate dal comune di Viadana, copia del ricorso presentato dall’amministrazione Cavatorta-Cavallari presso la Corte d’Appello di Brescia e delle liste dei movimenti bancari degli ultimi tre mesi, inerenti ai conti correnti oggetto di pignoramento. Inoltre viene chiesto al sindaco Nicola Cavatorta di presentare una relazione che ricostruisca fedelmente la vicenda e di invitare alla seduta consiliare il collegio dei Revisori dei Conti.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti