Ultim'ora
Commenta

Provincia di Mantova, DUP
2021/2023: c'è la gronda
Nord e la palestra di Viadana

completamento Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore (Variante alla ex SS 343 "di Castelnuovo" Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore) con la realizzazione del 3° e ultimo tronco

Approvato il Documento Unico di programmazione 2021 – 2023 (DUP). Dopo il via libera con decreto del Presidente della Provincia, oggi è stato presentato al Consiglio Provinciale che lo ha approvato all’unanimità. Tra gli obiettivi operativi del Dup vi è il miglioramento della rete stradale provinciale.

Nel triennio 2021 / 2023 la Provincia intende procedere a:

1. Rete stradale provinciale di 1° livello:

– completamento del Sistema Tangenziale di Mantova, avvio dei lavori per la Tangenziale di Goito, completamento Tangenziale di Gazoldo degli Ippoliti e della Variante della ex SS n° 10 a Curtatone;

– verifica della possibile risoluzione del nodo di Porta Cerese;
– conclusione dei lavori della Bretella di collegamento tra il Casello di MN Nord dell’A22 ed il comparto produttivo di Valdaro, per quanto concerne la parte di competenza del Comune di Mantova

2. Rete stradale provinciale di 2°livello:

– completamento strada “della Calza” con la Variante di Casaloldo;

– riqualificazione della S.P. 17 “Postumia” nei comuni di Redondesco e Goito;

– completamento Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore (Variante alla ex SS 343 “di Castelnuovo” Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore) con la realizzazione del 3° e ultimo tronco;

– PO.PE. completamento tangenziale di Quistello (3° lotto) e Tangenziale di Poggio Rusco;

– riqualificazione S.P. n° 30 e S.P. n° 80: Roncoferraro – Pradello – Villimpenta;

– riqualificazione SP ex SS 343 “Asolana” nel tratto Asola – Casalmoro dal Km 57 +600 al Km 60+950″;

– realizzazione di una rotatoria all’intersezione tra la S.P. ex S.S. 249 e la SP 25 “Castelbelforte – Mantova” a Castelbelforte;

– realizzazione di una intersezione a Rotatoria al km. 5+000 della ex S.S. 482 “Alto Polesana” in località Formigosa e collegamento con via Gatti;

– realizzazione S.P. ex S.S. n° 62 “della Cisa”. Ristrutturazione delle strutture portanti del cavalcaferrovia alla linea MN – Suzzara in Comune di Motteggiana;

– realizzazione dell’intersezione a rotatoria tra la S.P ex S.S. 10 “Padana Inferiore” e la S.P. n. 1 “Asolana” nel Comune di Curtatone

La Provincia ha richiesto al Ministero dell’Interno l’assegnazione di un contributo per le spese di progettazione relative a interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio degli Enti locali, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

Per questo ha candidato i progetti:

Asse dell’oltrepo (PO.PE): collegamento tra la SP ex SS n.413 Romana e SP ex SS 496 Virgiliana – 3^ stralcio a Quistello

Variante alle ex SS n.343 “Asolana” e n.358 “di Castelnuovo” denominata GRONDA NORD – 2^ lotto – 2^ stralcio di collegamento tra loc. Fenilrosso e la S.P. 51 “Viadanese” in Comune di Viadana

In particolare per quanto riguarda la realizzazione di nuove opere e l’adeguamento di quelle esistenti, entro il 2021 si prevede l’ultimazione lavori dei seguenti interventi:

realizzazione di una rotatoria all’intersezione tra la S.P. ex S.S. 249 e la SP 25 “Castelbelforte – Mantova” a Castelbelforte;

S.P. ex S.S. n° 62 “della Cisa” – Ristrutturazione delle strutture portanti del cavalcaferrovia alla linea MN – Suzzara a Motteggiana;

intersezione a rotatoria tra la S.P ex S.S. 10 “Padana Inferiore” e la S.P. n. 1 “Asolana” a Curtatone;

realizzazione di una intersezione a Rotatoria al km. 5+000 della ex S.S. 482 “Alto Polesana” in località Formigosa e collegamento con via Gatti

Proseguono, come da cronoprogramma, i lavori relativi alla Tangenziale Nord di Guidizzolo, dell’importo complessivo di 45.338.000 euro. La conclusione dei lavori è prevista contrattualmente nel settembre 2021, ma è altamente probabile che si concretizzi in tal cantiere un discreto anticipo rispetto a tale orizzonte temporale.

Proseguono i lavori di ristrutturazione del Ponte di San Benedetto dell’importo complessivo di 33.800.000 euro seppur con un significativo ritardo rispetto al cronoprogramma a causa di contenzioso giudiziario con la Ditta appaltatrice, che ha visto la Provincia di Mantova vittoriosa in un primo step della causa che la vede contrapposta alla ditta appaltatrice.

I lavori sono stati sospesi per cause non imputabili alla Stazione Appaltante, ma di esclusiva responsabilità della Ditta esecutrice dei lavori alla quale il giudice ad hoc nominato per il tribunale di Brescia ha intimato la ripresa dei lavori. Si ritiene plausibile la conclusione degli stessi entro luglio 2021.

Nel 2021 proseguirà l’iter di approvazione dei progetti di seguito elencati che vedranno approvato il Progetto Esecutivo, auspicabilmente, entro la fine del 2021:

completamento Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore (Variante alla ex SS 343 “di Castelnuovo” Gronda Nord di Viadana e Casalmaggiore) mediante la realizzazione del 3° e ultimo tronco;

PO.PE. completamento tangenziale di Quistello (3° lotto) e Tangenziale di Poggio Rusco;

riqualificazione mediante nuova Rotatoria dell’incrocio tra la SP n. 50 con Viale Lenin in Suzzara;

realizzazione di una Rotatoria in Monzambano all’incrocio tra la SP 74, Via Marconi e Via Belvedere.

Entro la fine del 2022, compatibilmente con le risorse economiche a disposizione dell’Ente, ci si auspica di portare a compimento la progettazione di alcuni interventi importanti per il territorio mantovano:

S.P. 17 “Postumia” 2° lotto di riqualificazione dal Km. 5 +350 al Km. 6 +860 nei Comuni di GAZOLDO d/I e MARCARIA;

SS 12 “Abetone Brennero” ex SS496 “Virgiliana”. Realizzazione rotatoria in comune di Poggio Rusco;

S.P. 30 “Mantova Roncoferraro Villimpenta”: riqualificazione 1° lotto nel Comune di Roncoferraro;

Strada della Calza: collegamento tra Asola e Castelgoffredo – tratto in località Casaloldo;

variante di Marmirolo: realizzazione 2° lotto

Passando all’edilizia scolastica, verrà completata la realizzazione di una nuova palestra scolastica a Viadana, per la succursale dell’i.s. Sanfelice di via Roma (già sede dell’istituto S. G. Bosco), e la struttura sarà messa a disposizione della scuola e della comunità locale a partire dall’estate 2021. Si prevede il completamento della progettazione, l’appalto e l’avvio dei lavori di recupero della sede dell’istituto Strozzi a Palidano di Gonzaga, gravemente danneggiata dai terremoti del maggio 2012 ed ancora in gran parte inagibile. Per il recupero del pregevole complesso storico-monumentale oltre che didattico sono stati stanziati 13,2 milioni di euro dal Commissario all’emergenza sisma e dalla Provincia, che hanno allo scopo sottoscritto una convenzione con il Provveditorato interregionale alle opere pubbliche di Lombardia ed Emilia Romagna, che si è incaricato della realizzazione dell’opera. I tempi progettuali si sono considerevolmente allungati rispetto alle previsioni, comportando uno slittamento generale di tutto il cronoprogramma dell’opera che potrà avviarsi ma non concludersi entro il triennio in esame. Nel frattempo parte delle attività dell’istituto dovranno rimanere ospitate in affitto nel confinante centro polifunzionale privato. Analoga attenzione sarà posta per il reperimento dei fondi necessari alla riqualificazione del grande parco storico retrostante il complesso scolastico.

Nell’ambito dell’iniziativa statale “Scuole innovative” verrà realizzata a Castiglione delle Stiviere una nuova struttura scolastica nell’area retrostante l’attuale plesso sede dell’i.s. F. Gonzaga. La nuova scuola ospiterà in parte corsi tecnici d’indirizzo alberghiero ed in parte aule didattiche per il liceo e comprenderà anche una nuova palestra. Il progetto dell’immobile è in carico alla Provincia che ne coprirà le spese con la cessione dell’area d’insediamento ad INAIL che a sua volta provvederà alla realizzazione dell’immobile di cui rimarrà proprietario. Il plesso sarà dato in uso alla Provincia, con oneri di affittanza a carico dello Stato.

La realizzazione della progettazione è prevista entro il 2021, mentre i tempi di costruzione non dipendono dalla provincia ma da INAIL. La Provincia provvederà all’allestimento della sede scolastica una volta consegnata da INAIL.

Nel triennio si prevede la realizzazione di opere di miglioramento/adeguamento sismico finanziate dallo Stato:

1) sede i.s. F. Gonzaga di Castiglione d.S., adeguamento sismico: lotto b – 1° stralcio (corpi di fabbrica A e F), lotto b – 2° stralcio corpi di fabbrica B e D;

2) i.s. G. Romano, sede Dal Prato di Guidizzolo, adeguamento sismico

Inoltre sono inseriti nella programmazione nazionale in materia di edilizia scolastica 2018-2020 i seguenti interventi non ancora finanziati, ma che potranno esserlo nel corso del triennio in esame con la partecipazione al previsto bando del Ministero dell’istruzione per la programmazione triennale nazionale sull’edilizia scolastica 2021-2023:

1) succursale i.s. Strozzi di S. Benedetto Po, adeguamento sismico;

2) sede i.s. F. Gonzaga di Castiglione d.S., adeguamento sismico lotto b – 2° stralcio corpi C ed E;

3) sede i.s. Belfiore, Mantova, adeguamento sismico e riqualificazione energetica;

4) sede i.s. Manzoni, Suzzara, adeguamento sismico

Il Conservatorio di musica di Mantova, in collaborazione con la Provincia, ha ottenuto un finanziamento statale del Ministero dell’università di 2.381.500 euro per i lavori necessari al completamento del progetto di valorizzazione della sede di via Conciliazione “la cittadella della musica”, con il recupero della casa del custode, degli spazi sopra l’auditorium, della porzione Sud della facciata su via Conciliazione, del grande spazio cortivo ad Ovest verso via Fancelli. La Provincia fornirà il suo supporto a termini della Convenzione sottoscritta tra la Provincia di Mantova ed il Conservatorio di Musica “L. Campiani”, approvata con DGP n. 113 del 07/06/07 in cui il Conservatorio delega, relativamente agli interventi di recupero e restauro conservativo presso la ex caserma Palestro di via Conciliazione (MN), la Provincia di Mantova a svolgere le funzioni di Stazione Appaltante in sua vece. Con la conclusione dei lavori, la Provincia avrà completamente adempiuto agli obblighi di lavori assunti con l’acquisizione in proprietà del complesso immobiliare dal demanio statale.

In accordo con la Provincia, il Comune di Mantova sta provvedendo alla realizzazione di una nuova sede per l’istituto A. Mantegna di Mantova, all’interno del progetto di riqualificazione urbana “Mantova hub”. Tale intervento consentirà il rilascio al Comune di n. 2 sedi scolastiche attualmente occupate dall’istituto Mantegna, ed il ritorno a disposizione di una terza sede di proprietà provinciale, mentre l’istituto disporrà di un edificio adeguato dal punto di vista sismico, oltre che impiantistico, di sicurezza, di risparmio energetico. Il nuovo immobile sarà gestito dalla Provincia previo aggiornamento della convenzione L. 23/1996 in essere con il Comune. La Provincia provvederà all’allestimento della sede scolastica.

Nel triennio si prevede il completamento delle verifiche di sicurezza strutturale, con particolare riguardo alla resistenza sismica, degli edifici scolastici in gestione, per consentire di dare consistenza ad una prima programmazione generale ed organica degli interventi di antisismica su tutto il patrimonio immobiliare.

La Provincia ha avuto accesso a specifico finanziamento statale (MIT 2018-2019) per le spese di progettazione di fattibilità degli adeguamenti sismici delle sedi/succursali scolastiche degli istituti superiori: 1) E. Fermi di Mantova, 2) A. Pitentino di Mantova, 3) C. Arco di Mantova, 4) E. Sanfelice di Viadana (succursale), 5) G. Galilei di Ostiglia, 6) I. Bonomi di Mantova (succursale).

Le attività saranno completate nel primo anno del triennio per consentire la successiva valutazione della strategia d’intervento e la conseguente ricerca dei finanziamenti. E’ stata inoltre avanzata la candidatura ad ulteriore finanziamento statale (MIT 2020) per le spese di progettazione degli adeguamenti sismici delle sedi/succursali scolastiche degli istituti superiori: 1) A. Pitentino di Mantova (succursale), 2) P.A. Strozzi di Palidano (succursale di Mantova), 4) E. Sanfelice di Viadana (succursali di Viadana), 5) G. Romano di Mantova, 6) A. Mantegna di Mantova (sede di proprietà della Provincia). Con finanziamenti del Ministero dell’istruzione saranno realizzate le progettazioni definitive ed esecutive di:

1) sede i.s. Belfiore, Mantova, adeguamento sismico e riqualificazione energetica

2) sede i.s. Manzoni, Suzzara, adeguamento sismico.

© Riproduzione riservata
Commenti