Ultim'ora
Commenta

Degli Angeli (M5S), lettera
a Gallera: "Insostenibile
squilibrio tra privato e pubblico"

"Rileviamo tutti i giorni che mancano i vaccini antinfluenzali, mentre i medici di base li ricevono a una lentezza insostenibile. Il privato, tuttavia, oltre a fare visite domiciliari a centinaia di euro, riesce a farli in un giorno".

Ennesimo default tra sanità privata e pubblica. Al centro dell’attenzione, questa volta, ci finiscono i vaccini antinfluenzali. “La Sanità privata somministra il vaccino antinfluenzale il giorno successivo alla prenotazione, mentre il settore pubblico resta al palo”. È la fotografia tracciata dal consigliere regionale del M5s Marco Degli Angeli, che sulla questione si è anche fatto lo scrupolo di chiamare diverse farmacie sparse sul territorio lombardo. Il verdetto, sentendo la campana dei farmacisti,  è quello che “non sappiamo se e quando saranno disponibili”. A tal proposito, martedì 17 novembre, il gruppo consiliare targato 5S ha inviato una lettera all’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera: obiettivo comprendere il perché, ad esempio, presso il gruppo San Donato esista la possibilità di effettuare la prenotazione online del vaccino, che alla cifra di 65 euro viene somministrato entro un giorno.

Per il consigliere regionale lo squilibrio privato-pubblico è insostenibile: “Rileviamo tutti i giorni che mancano i vaccini antinfluenzali, mentre i medici di base li ricevono a una lentezza insostenibile. Il privato, tuttavia, oltre a fare visite domiciliari a centinaia di euro, riesce a farli in un giorno. Il Covid – ribadisce Degli Angeli – così come ogni precauzione a riguardo, non è un business né  un vantaggio per pochi”. Va dritto al punto, il consigliere Degli Angeli: la sanità lombarda non deve essere una prerogativa solo per i ricchi. “È intollerabile – precisa – che spetti al solo sistema sanitario pubblico, messo sempre più in sofferenza, sostenere tutto il peso della pandemia”.

Le domande nella lettera, che il gruppo M5s rivolge all’assessore, sono molte:  “Gallera – chiarisce Degli Angeli – ci deve ad esempio spiegare se Regione garantirà la copertura delle fasce a rischio. Soprattutto vorremmo chiarisse  il perché delle lentezze nel pubblico e quali sono gli eventuali accordi presi con il privato in merito alla distribuzione dei vaccini”. Degli Angeli entra quindi nel merito della questione e svela altre punti cardine emersi nella lettera indirizzata a Gallera.  “È accertato che questi gruppi privati offrenti le vaccinazioni abbiano già vaccinato il loro personale prima di offrire la prestazione? E soprattutto, visto che al momento i vaccini non li trova nessuno (non le farmacie non il pubblico ndr), come li ha acquisiti il privato?”. Per il consigliere Degli Angeli, assieme a tutto il suo gruppo consiliare è di primaria importanza chiarire questo nodo. Se non altro per una questione di trasparenza e di lealtà in primis verso i cittadini. E a proposito di trasparenza Degli Angeli conclude spiegando come, più in generale, a Gallera si fa richiesta di risolvere una situazione diventata ormai insostenibile. “È necessario un diametrale cambio di strategia per quanto riguarda il contrasto alla pandemia. Questi – conclude -deve avvenire sia tramite il contact tracing, il testing e la gestione dei pazienti a domicilio, sia tramite l’avvio di una campagna antinfluenzale davvero capillare. Gallera, infine, deve mettere la parola stop chiara e definitiva a chi fa profitti sulla salute pubblica”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti