Cronaca
Commenta

Canneto sull'Oglio: due funerali e uno strano destino

Sebastiano Somma aveva invece 74 anni: il fratello minore Salvatore, di dieci anni più giovane, dopo il funerale tenutosi nel primo pomeriggio, non ha retto al dolore. 

CANNETO SULL’OGLIO/ASOLA – La parola “destino” è spesso utilizzata per incorniciare storie o eventi molto particolari. E il destino è stato tragico e capace di unire due comunità virgiliane distanti pochi chilometri negli ultimi giorni. Lunedì nel tardo pomeriggio, in particolare, è morto per un arresto cardiaco il 64enne Salvatore Somma, che gestisce il bar pizzeria di Canneto sull’Oglio “La Torre”. Poche ore prima lo stesso aveva reso l’ultimo saluto al fratello Sebastiano Somma, residente ad Asola, dunque a pochi chilometri da Canneto, e deceduto sempre per un infarto. Salvatore era affetto da una malattia grave ma lavorava sempre nel suo locale, quando le cure non lo costringevano a stare lontano dall’attività. Lo stesso uomo era molto conosciuto, perché il bar pizzeria si trova in centro paese e dunque ha molti clienti. Sebastiano Somma aveva invece 74 anni: il fratello minore Salvatore, dopo il funerale tenutosi nel primo pomeriggio, non ha retto al dolore.

A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti