Ultim'ora
Commenta

La cura dei ponti e delle
infrastrutture sul Po venga
prima: la richiesta di Zolezzi (M5S)

"Non solo: va creato anche un "commissario per i ponti del Po”, intesi tutti quelli presenti nel del Po, e va dichiarato lo "stato di emergenza" per questi ponti. Inoltre - conclude Zolezzi - vanno smaltiti come rifiuti pericolosi i progetti di tre nuove autostrade in Padania: la Mantova-Cremona, la Tibre e la Cispadana".

“Le immagini della rottura del pilone del ponte sul Panaro e le foto aeree dell’esondazione sono drammatiche, così come lo sono altre immagini simili, in altre parti d’Italia” – commenta il parlamentare M5S Alberto Zolezzi. “Questi episodi sono sempre più frequenti a causa delle infrastrutture esistenti, ormai incapaci a reggere l’urto di questi eventi atmosferici. Il bacino del Po in particolare – prosegue Zolezzi – vede la presenza di circa 100 ponti precari e scarsamente manutenuti, e da questi ponti ogni giorno passano due terzi del PIL italiano. Se si bloccano altri ponti (molti sono interdetti al traffico pesante da 10 anni), non si muove l’economia, non entrano tasse. L’emendamento, a mia prima firma, alla legge di bilancio n.130.054 vuole incrementare proprio il fondo istituito sotto l’ex Ministro Danilo Toninelli, pari a un totale di ben 250 milioni, per sbloccare la manutenzione e in molti casi la ricostruzione dei ponti ammalorati. Stiamo parlando di 100 milioni di euro all’anno in più per i prossimi tre anni”.

“Quei fondi – aggiunge Zolezzi – erano però già assegnati fin dall’inizio a specifici interventi ed ecco perché ne abbiamo chiesti di ulteriori, per far fronte ad altre emergenze. Nonostante i ponti siano generalmente sotto la responsabilità degli enti locali, non possiamo ignorare il fatto che essi molto spesso non abbiano i mezzi per garantire manutenzione, rifacimenti e interventi. Non solo: va creato anche un “commissario per i ponti del Po”, intesi tutti quelli presenti nel del Po, e va dichiarato lo “stato di emergenza” per questi ponti. Inoltre – conclude Zolezzi – vanno smaltiti come rifiuti pericolosi i progetti di tre nuove autostrade in Padania: la Mantova-Cremona, la Tibre e la Cispadana, perchè ciascuna sottrae 10 volte più suolo rispetto a raddoppi o potenziamenti ferroviari, peggiorando l’impermeabilizzazione del suolo e facilitando l’isolamento dei territori”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti