Ultim'ora
Commenta

Coronavirus: via
libera al piano vaccini per
l'Italia. Si parte a gennaio

"Una sfida importante - ha commentato il ministro alla Salute Speranza - e una buona notizia. Occorrerà ancora cautela nei prossimi mesi, ma vediamo la luce in fondo al tunnel"

Via libera al piano vaccinazioni anti-covid. E’ quanto emerso dall’ultima riunione tra Stato e Regioni in merito al documento presentato dal commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, secondo il quale le prime dosi arriveranno già ad inizio gennaio. Domani il piano sarà presentato formalmente alla Conferenza Stato-Regioni.

Arcuri ha inviato una sorta di ‘libretto di istruzioni’ relativo alla profilassi e alla sua somministrazione. Se l’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) dovesse approvare il vaccino della Pfizer, i primi italiani potrebbero essere vaccinati entro la fine dell’anno.

Come ha spiegato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, intervenendo alla plenaria del parlamento europeo “la commissione ha negoziato un portafoglio molto vasto di candidati per i vaccini e nel corso di una settimana i primi saranno autorizzati, così che si possa iniziare immediatamente. L’importante è farlo insieme, nello stesso giorno”.

E al lavoro di squadra si è appellato anche il ministro per gli Affari Esteri, Francesco Boccia, che auspica l’immediata esecutività del piano operativo presentato da Arcuri. Un piano messo a punto in seguito all’accelerazione del lavoro dell’EMA, che si riunirà il prossimo 21 dicembre per decidere in merito all’approvazione del vaccino.

“Una sfida importante – ha commentato il ministro alla Salute Speranza – e una buona notizia. Occorrerà ancora cautela nei prossimi mesi, ma vediamo la luce in fondo al tunnel”.

In Italia la prima fornitura sarà di 1.833.975 dosi, che saranno inviate alle regioni così da poter effettuare il Vaccine Day europeo, destinate alle categorie prioritarie stabilite dal Governo e dal Parlamento. La seconda fornitura sarà inviata da Pfizer nelle settimane successive, e sarà di 2.507.700 dosi.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti