Ultim'ora
Commenta

Forno Scaglia riconosciuto
attività storica: dal 1961
l'arte di fare il pane

Durante i lavori di ristrutturazione infatti venne prima installato il forno e poi costruito l'immobile attorno. Ad oggi, per la cottura di tutti i prodotti, si utilizza lo stesso forno marca" Pagani".

VIADANA – Ha ottenuto il certificato di attività storica il Forno Scaglia di Viadana. I fondatori furono i coniugi Lucio Scaglia e Maria Barilli nell’anno 1961. Lucio Scaglia, garzone già dall’età di 14 anni, acquistò con grandi sacrifici il locale dove tuttora si svolge l’attività. E con sua moglie, Maria Barilli, diedero vita ad una fiorente attività che proseguì per molti anni con l’aiuto di due dipendenti pur rimanendo, tuttavia, un’attività a conduzione familiare. Nel 2001 il fondatore Scaglia venne a mancare improvvisamente e nella gestione subentrò la moglie Maria Barilli. Nel frattempo la nuora Stefania Agatensi iniziò a collaborare nell’attività fino a diventarne lei stessa la titolare. L’attività si svolse il primo anno in un’unita locale situata a 100 metri da quella attuale, in quanto stavano terminando lavori di ristrutturazione. L’anno seguente l’unità locale fu stabilita al civico 14 di via Garibaldi e da allora non vi è più stato alcun cambiamento. Attualmente l’attività è rimasta a conduzione familiare con un importante passaggio generazionale ed il subentro di Stefania Agatensi, nuora dei fondatori, e Raima Scaglia, figlia di Stefania e nipote dei fondatori.

Via Garibaldi è una via caratteristica e storicamente antica conosciuta da tutti come ” il Borgo”. Fulcro di una fiorente attività commerciale in passato, sede di un antico orfanotrofio storico e scuole superiori all’avanguardia. Il forno si trova al piano terra di una palazzina residenziale degli anni ’60. La facciata sia della palazzina sia del negozio è rimasta invariata negli anni. Tre anni fa è stata cambiata la vetrina storica del negozio dopo un tentato furto, mentre gli interni sono rimasti identici con mobilio in legno. Il laboratorio non ha subito modifiche strutturali e ancora si utilizza un antico forno in pietra refrattaria che dona una particolare cottura ai prodotti. Durante i lavori di ristrutturazione infatti venne prima installato il forno e poi costruito l’immobile attorno. Ad oggi, per la cottura di tutti i prodotti, si utilizza lo stesso forno marca” Pagani”. Tra le attrezzature antiche si può ammirare anche una bilancia storica marca Toledo. Il forno Scaglia si muove tra tradizione e innovazione. A livello locale è sempre presente a fiere e sagre proponendo prodotti classici, tra i quali spicca il Luadel, antica ricetta di un prodotto tornato in voga negli ultimi anni. Per quanto riguarda l’attività di panificatrici si usano prevalentemente farine locali ed italiane con una vasta tipologia di pani che vengono proposti, seguendo le stagioni.

Tra i riconoscimenti ottenuti negli anni lavorativi il più importante risulta essere il Leon d’oro per il commercio. Ottenuto da Lucio Scaglia come premio per il merito lavorativo a livello provinciale nel 1982. Lucio Scaglia è stato anche premiato tra i panificatori mantovani dal sindacato panificatori provinciale. Ha ricevuto meriti da aziende importanti a livello nazionale, in qualità di buon cliente. Infine ha insegnato a moltissimi aspiranti panificatori l’arte del pane e dei lievitati. Adesso l’ultimo riconoscimento, di attività storica, giunto da Regione Lombardia.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti