Ultim'ora
Commenta

Vende motoseghe contraffatte
senza permesso: denunciato
per ricettazione a Sabbioneta

Il fatto risale alla mattina di lunedì, appunto, quando l’uomo a bordo della sua autovettura Ford Ecosport, nel contesto di un mirato servizio coordinato dalla Compagnia di Viadana per contrastare i furti e le truffe agli anziani, è stato intercettato e fermato in via Garibaldi, a Sabbioneta.

Nella giornata di lunedì i militari della Stazione Carabinieri di Sabbioneta hanno denunciato un uomo, M.P., classe 1972 nato a Napoli e residente a Sirmione (BS), per ricettazione, in quanto trovato in possesso di tre motoseghe di provenienza presumibilmente illecita. L’uomo è stato anche denunciato a piede libero per la contraffazione degli attrezzi, in quanto erano la falsa riproduzione di motoseghe di marchi famosi.

Il fatto risale alla mattina di lunedì, appunto, quando l’uomo a bordo della sua autovettura Ford Ecosport, nel contesto di un mirato servizio coordinato dalla Compagnia di Viadana per contrastare i furti e le truffe agli anziani, è stato intercettato e fermato in via Garibaldi, a Sabbioneta. Durante il controllo i militari della locale Stazione Carabinieri hanno trovato nel bagagliaio tre motoseghe per legno con motore a scoppio alimentato a benzina, tutte e tre uguali, ma riportanti nomi e marchi differenti su ognuna di esse. L’uomo non era in possesso di alcun documento di trasporto, scontrino o fattura d’acquisto, e non era nemmeno autorizzato alla vendita al dettaglio o all’ingrosso.

Davanti alla richiesta di spiegazione dei militari, l’uomo ha dichiarato che stava tentando di vendere gli oggetti porta a porta; attrezzi a suo dire provenienti da un non meglio precisato negoziante di Napoli Secondigliano. Il soggetto è stato quindi portato presso la Stazione Carabinieri di Sabbioneta al fine di compiere gli accertamenti necessari ed al termine di essi i militari lo deferivano all’Autorità Giudiziaria di Mantova per ricettazione e per il commercio di prodotti con marchi contraffatti; i tre elettroutensili venivano invece sottoposti a sequestro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti