Ultim'ora
Commenta

Casalmaggiore, ospedale
vecchio, ancora una probabile
intrusione: forzata una finestra

Oltre al possibile crollo c'è anche la possibile denuncia poiché, al di là dell'instabilità della struttura, resta la violazione di proprietà privata

CASALMAGGIORE – Forse ragazzini in cerca di avventura. Lo avremmo fatto anche noi – estasiati dal fascino dell’ignoto – alla loro età. O forse ancora senzatetto in cerca di un riparo di fortuna. Sta di fatto che, nei giorni scorsi, la recinzione che delimita il fatiscente stabile dell’ex ospedale è stata forzata, così come una delle tapparelle che guardano al parcheggio posto ai piedi dell’argine. Il primo cittadino ha avvertito appena saputo ASST (proprietaria dello stabile, o meglio di quel che ormai ne resta) che ha provveduto a ripristinare la recinzione. Recinzione che peraltro presenta criticità in altri punti. Forse non servirà (le parole spesso lasciano il tempo che trovano) e non ne abbiamo scritto nei giorni scorsi per non attrarre avventurieri, ma bisogna ricordare che lo stabile è pericolante in più punti e non vi si addentrano quasi più ormai neppure i tecnici, proprio per il pericolo di un crollo. E’ fortemente sconsigliato dunque cercare di addentrarsi in quello che fu il glorioso ospedale di Casalmaggiore. Oltre al possibile crollo c’è anche la possibile denuncia poiché, al di là dell’instabilità della struttura, resta la violazione di proprietà privata. Anche se a guardarlo mette addosso un’estrema tristezza meglio osservarlo da fuori e magari riflettere su come il passato non sia che tempo che spesso viene lasciato colpevolmente andare. Un cumulo di pietre erette destinate a ritornare detriti e polvere in balia delle ragioni umane…

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti