Ultim'ora
Un commento

Gussola, lavori pubblici: 66,79%
finanziati da bandi. Amministrazione
attenta e un'Unione che funziona

Gussola è cresciuta e non solo a livello di abitanti: è cresciuta in servizi, in infrastrutture leggere, in progetti legati allo sport e alle scuole. E' cresciuta insomma dal punto di vista di 'qualità' della vita

GUSSOLA – Se non è record in provincia, poco ci manca. A Gussola nel triennio 2018/2020 il comune anche grazie all’Unione Terrae Fluminis composta dai comuni di Gussola e Torricella del Pizzo si sono riusciti ad intercettare 4.097.236,00 euro da bandi. Solo nel corso dell’anno 2020 sono arrivati 1.359.445,00 euro. Per un piccolo comune di frontiera, poco più di 2700 abitanti, e per il territorio dell’Unione Terrae Fluminnis è un bell’incentivo. Nello stesso triennio la copertura tramite soldi giunti da bandi è stata del 66,79%.

Non è questione di fortuna, e neppure di uffici che si occupano di questo. Gussola e l’Unione non aderiscono all’ufficio bandi sovracomunale di Casalasca Servizi che ottimi risultati sta dando con altre realtà comunali e territoriali, perché il sindaco Stefano Belli Franzini preferisce fare tutto da se: “Mi metto a computer e controllo ogni mattina i bandi. Se ce ne è qualcuno interessante provo a vedere come si può fare a tirarci fuori qualcosa, ovvio che poi c’è tutto il resto del lavoro da fare e questo lo si fa di squadra con amministratori ed uffici”.

Sembra semplice e davvero non lo è ma il primo cittadino sa il fatto suo. I numeri testimoniano proprio questa capacità di guardare oltre.

Gussola è cresciuta e non solo a livello di abitanti: è cresciuta in servizi, in infrastrutture leggere, in progetti legati allo sport e alle scuole. E’ cresciuta insomma dal punto di vista di ‘qualità’ della vita. E insieme all’Unione è cresciuta anche Torricella.

“La straordinarietà dell’anno che stà per concludersi – spiega il sindaco – non ci ha distolto da quelli che erano i nostri obbiettivi di mandato. Importanti cantieri si stanno chiudendo positivamente, nonostante le difficoltà dovute alla situazione, mentre altri si stanno per avviare. L’anno 2020 ci ha visto intercettare importanti risorse per il nostro territorio che consentiranno una leva economica rilevante nel settore dei lavori pubblici e degli investimenti. Per rendere meglio l’idea del lavoro fatto nel 2020, ma soprattutto nell’ultimo triennio, abbiamo realizzato una tabella riassuntiva dove vengono elencati gli interventi, la quantità di finanziamenti ottenuti e le risorse messe dall’ente.

Abbiamo scelto di rappresentare il triennio perchè molti interventi hanno ricadute su più annualità e soprattutto per far presente la prontezza e l’attenzione nell’intercettare risorse dagli enti sovraordinati, ovvero Provincia, Regione, Governo o Unione Europea.

A Gussola sono stati realizzati e avviati nel triennio investimenti per 3.485.943,00 euro: una cifra davvero importante se la relazioniamo al numero di residenti del nostro piccolo comune. Questo risultato è possibile anche grazie all’Unione Terrae Fluminis e quindi alla collaborazione con l’amministrazione di Torricella del Pizzo. Partecipando assieme ai bandi si hanno più possibilità, soprattutto su interventi e progetti che possono riguardare un territorio più ampio come ad esempio il Polo della Salute, un progetto nel quale investe con risorse proprie anche il comune di Torricella del Pizzo.

Colgo quindi l’occasione per ringraziare il Dott. Emanuel Sacchini, collega Sindaco di Torricella e Presidente dell’Unione.

Il lavoro di programmazione, di relazioni e di progettazione ci ha consentito di ottenere importanti risultati ed ha dimostrato grande capacità di recuperare finaziamenti che per l’intero triennio ammontano a 4.097.236,00 €.. Solo nel corso dell’anno 2020 siamo stati in grado di intercettare 1.359.445,00 euro a fondo perduto, risorse che saranno impiegate per interventi con un forte impatto sulla nostra comunità e sul nostro territorio.

Ad esempio, siamo riusciti ad ottenere, grazie alla collaborazione con la Provincia attraverso il Piano Marshall regionale, il finanziamento per la realizzazione della ciclabile di collegamento con il comune di Martignana di Po per un importo pari a 400.000 euro totalmente a fondo perduto.

Abbiamo ottenuto sempre da Regione Lombardia il finanziamento di 400.000 euro per la realizzazione di un by-pass idrico che consentirà di affrontare al meglio le criticità metereologiche nella zona nord del centro abitato; anche questo importante contributo sarà totalmente a fondo perduto.

Per quanto riguarda il settore idrico, la programmazione di interventi per il triennio 2020-2023 per Gussola prevede investimenti, attravero Padania Acque, per 1.000.000 di euro: tale importo riguarderà la realizzazione di una importante riqualificazione dell’acquedotto prevedendo anche l’abbattimento dell’attuale torre piezometrica. Abbiamo intercettato, sempre a fondo perduto, le risorse necessarie per la riqualificazione energetica del Palazzo Comunale (150.000 €), un importante cofinanziamento per la ristrutturazione della Sala Civica (126.678,00 €).

Il nostro comune tramite l’Unione è anche stato inserito in graduatoria regionale dell’edilizia scolastica per un importante intervento del valore di circa 1.500.000 euro, finalizzato alla ristrutturazione energetica ed antisismica dell’immobile delle scuole medie.

Questi risultati sono frutto di un lavoro quotidiano fatto di pianificazione e progettazione: pur essendo consapevoli che ancora molto vi è da fare, ci impegniamo al massimo per apportare nuove migliorie in favore della nostra comunità e per garantire, migliorare o aggiungere servizi, senza toccare le aliquote fiscali locali, che risultano invariate dal 2015.

Un ringraziamento importante e sincero va a tutti i dipendenti dell’Unione ed alla responsabile dell’Area Finanziaria Denis Torri, alla responsabile dell’Area Tecnica Arch. Chiara Stefania Incerti, ed al responsabile dell’Area Amministrativa Dott. Andrea Cerioli: senza il loro lavoro e la loro collaborazione non avremmo raggiunto tutti questi importanti obiettivi”.

Ma vediamo una per una le principali opere.

PALATENDA E PALESTRA SCOLASTICA

“Si sono ultimati i lavori per quanto riguarda la fase edilizia ed impiantistica, rimangono le questioni legate alla burocrazia. Questo è un intervento davvero importante per la nostra comunità e per tutto il territorio. Si sono completamente riqualificate e rinnovate le due palestre effettuando interventi che daranno costi di gestione inferiori e soprattutto renderanno sicure le strutture per lo svolgimento delle numerose attività sportive e scolastiche. Nei piccoli centri come il nostro dobbiamo tutelare e sviluppare la presenza di attività sociali e sportive che tengono vivo il nostro paese e le relazioni tra i suoi abitanti e frequentatori. Durante questo anno “particolare” le imprese hanno lavorato con le difficoltà che tutti conosciamo ma non hanno fatto mancare professionalità ed attenzione. Dobbiamo tenere ben presente che in un anno, calcolando i mesi di stop forzato, sono stati riqualificati completamente ben due edifici. Ora manca veramente poco per dire che il lavoro è concluso. Speriamo anche che la pandemia si esaurisca e si possa tornare a fare sport”.

NUOVO CAMPO DA CALCIO A SETTE IN SINTETICO

“Un altro intervento preso come Unione e finanziato al 50% grazie ad un contributo a fondo perduto da parte di Regione Lombardia. I lavori sono in corso e prevedono la realizzazione di un nuovo parcheggio che sia funzionale a tutti gli impianti sportivi presenti oltre che la realizzazione di un nuovo campo in sintetico polivalente ed un nuovo percorso di accesso al campo sportivo ed alla tribuna”.

FIBRA OTTICA

“La situazione che abbiamo vissuto e che stiamo purtroppo ancora affrontando ha messo ancor più in risalto la necessità degli investimenti sulle infrastrutture digitali. Dopo sollecitazioni, contatti ed incontri sono stati eseguiti i lavori di posa delle dorsali in fibra ottica grazie a TIM. Un passo in avanti importante per le nostre imprese, attività e famiglie”.

INTERVENTO VIA MADONNINA

“L’intervento ha vissuto diverse battute d’arresto dovute a vari motivi, prima la soprintendenza con varie prescrizioni, poi i vari interventi dei sottoservizi e soprattutto la non capacità della ditta che ha vinto la gara d’appalto. Quest’ultima motivazione assieme ad altre che sono al vaglio delle autorità competenti ci hanno portato alla risoluzione del contratto. Una scelta dura e non semplice, data dal fatto che crediamo nell’intervento e nella sua realizzazione nel miglior modo possibile. Purtroppo come ben sappiamo le peripezie burocratiche in Italia ti impongono delle procedure lunghe, con tempi vincolanti da rispettare. Possiamo dire che abbiamo concluso in modo positivo la parte riferita alla risoluzione del contratto e provveduto ad interpellare come prevede la norma tutte le ditte che erano nella graduatoria della gara d’appalto. Ora, sentita sia la Regione che il Ministero possiamo provvedere al nuovo affidamento. Siamo ben consapevoli dei disagi che stanno vivendo i residenti, allo stesso tempo però è giusto evidenziare che abbiamo fatto veramente il possibile per velocizzare l’iter, divincolandosi in norme, possibili ricorsi e tanto altro. Il fatto che abbiamo risolto il contratto e siamo pronti a ripartire nell’arco di 12 mesi per alcuni può sembrare molto tempo, al contrario abbiamo esempi quotidiani di appalti o lavori che per motivi simili rimangono bloccati per anni. Il nostro obiettivo era quello di evitare questo e soprattutto di realizzare l’intervento di riqualificazione e completare in toto via Madonnina”.

VIDEOSORVEGLIANZA ASILO NIDO

“Ai fini del benessere e della tutela dei minori che frequentano nidi e micro nidi ed in favore anche del personale, si è provveduto all’installazione di un sistema di videosorveglianza a circuito chiuso all’interno della struttura. Il progetto realizzato ha consentito l’installazione di n.6 telecamere fisse con ottiche variabili che permettono di adattare in fase di installazione l’angolo di ripresa più idoneo per ogni stanza in modo da tutelare sia i bambini far star più tranquilli i genitori e tutelare anche che le insegnanti. L’intervento è stato finanziato per l’80% grazie ad un contributo a fondo perduto da parte di Regione Lombardia ottenuto dall’Unione Terrae Fluminis”.

VIA ROMA

“Come anticipato lo scorso anno, la Provincia di Cremona ha provveduto con un proprio investimento all’asfaltatura del tratto ammalorato di Via Roma.
Un importante intervento atteso da anni”.

CASA DELL’ACQUA

“La fonte verrà realizzata in via Mazzini di lato al nuovo Palaghidetti. E’ stata scelta questa zona in quanto è vicina alle scuole, agli impianti sportivi, dotata di parcheggi di collegamenti ciclabili e pedonali sicuri ed è molto vicina anche all’argine maestro che fa parte del percorso ciclabile Vento. I lavori dovrebbero ultimarsi nei mesi di Gennaio/Febbraio”.

NUOVI MEZZI POLIZIA LOCALE E PROTEZIONE CIVILE

“Grazie ad un contributo del 90% a fondo perduto da parte di Regione Lombardia abbiamo acquistato come Unione un nuovo mezzo ibrido per la Polizia Locale. Il solo mezzo attuale della Protezione Civile non riusciva più ad assolvere le esigenze del gruppo. Il gruppo comunale di Protezione Civile, che tanto ha fatto anche in questa emergenza e nelle varie situazioni di bisogno, necessitava di un mezzo sicuro e tecnicamente dotato. Abbiamo quindi provveduto all’acquisto di un nuovo Pick-Up grazie ad un finanziamento a fondo perduto del 50% da parte di Regione Lombardia sempre attraverso l’Unione”.

PROGETTI FUTURI: L’ANNO CHE VERRA’

Progetto Sociosanitario con ASST Cremona: Grazie ad un contributo del 70% a fondo perduto da parte del Gal OglioPo provvederemo a ristrutturare l’ambulatorio presente in via XX Settembre, adeguandolo come spazi alla realizzazione di un prossimo polo della salute che vede coinvolti vari attori: l’Unione Terrae Fluminis quindi i comuni di Gussola e Torricella del Pizzo, ATS, il Concass ed altri enti locali. L’obiettivo è quello di portare sul territorio medici di base, infermieri di comunità, attivare un punto prelievi e tanti altri servizi in favore della popolazione. Con la Pandemia che stiamo vivendo si è riscontrato maggiormente la necessità di avere presidi di prossimità.

Manutenzione Strade Bianche: Provvederemo per gradi con un piano pluriennale alla manutenzione straordinaria delle strade bianche presenti sul nostro territorio.

Riqualificazione energetica e funzionale del municipio: Grazie ad un contributo pari a 100.000 euro a fondo perduto da parte di Regione Lombardia ed un’ulteriore parte di 50.000 euro provenienti dal GSE, provvederemo a sostituire tutti i serramenti dell’edificio, ormai obsoleti e soprattutto dispersivi da un punto di viste energetico. Verrà inoltre isolato tutto il sottotetto e rivisti alcuni spazi interni. Un intervento questo che consentirà di avere un risparmio sulla bolletta di gestione dell’edificio, e soprattutto in linea con tutto il progetto di efficientamento degli immobili pubblici avviato da anni.

Illuminazione Pubblica a LED: Desideriamo riqualificare tutta l’illuminazione pubblica, sono già in atto contatti e progettualità per proseguire in questo importante obiettivo, speriamo di avviare e concludere l’iter nell’anno.

Illuminazione Passaggi Pedonali: Grazie ad un finanziamento ottenuto attraverso un bando regionale, illumineremo tre passaggi pedonali, quello tra a piazza ed il sagrato della chiesa, sulla sp.85 in zona Borgolieto e quello davanti al cimitero. Gli intervento offriranno maggior sicurezza ai pedoni e saranno deterrenti per la velocità.

Riqualificazione della Sala Civica Polivalente: Grazie ad un contributo a fondo perduto del 70% da parte del Gal OglioPo, ed anche a finanziamenti nazionali a fondo perduto riqualificheremo completamente la sala civica polivalente. Interverremo sugli impianti sia elettrici che termici, oltre alla riqualificazione energetica creeremo nuovi spazi e nuovi servizi igienici a norma, i quali avranno anche un accesso autonomo e potranno essere utilizzati quindi anche per gli eventi estivi che non necessitano dell’utilizzo della sala. Un intervento che consentirà così di avere uno spazio sicuro e piacevole.

Mostra permanente delle opere di Quinto Tarasconi: Il maestro Tarasconi, scomparso nel luglio 2013, ha lasciato, attraverso le sue miniature, un patrimonio di storia, cultura e tradizione preziosissimo. Grazie all’interessamento di Marina Capelli, bibliotecaria di Gussola e alla collaborazione di ARCIBASSA, l’Amministrazione Comunale allestirà al primo piano del Municipio una mostra permanente delle opere di Quinto donate alla comunità dal figlio Pieralberto. Quando possibile, saranno organizzate visite guidate per le scuole e per le comitive desiderose di fare un tuffo nel passato alla riscoperta del mondo contadino del secolo scorso. Le miniature riproducono fedelmente le stanze delle cascine e molte delle nostre tradizioni.

Nazzareno Condina

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti