Cronaca
Commenta

Movimento 5 Stelle: "Regione Lombardia è in ritardo su progetti importanti sulla Sanità"

Registro delle malformazioni congenite e studio epidemiologico cremonese a rischio. Degli Angeli e Fiasconaro (M5s Lombardia) depositano una interrogazione: “Entrambi i progetti senza guida. Regione intervenga, lavoro svolto finora non può andare perso”

Registro delle malformazioni congenite e studio epidemiologico cremonese a rischio. Degli Angeli e Fiasconaro (M5s Lombardia) depositano una interrogazione: “Entrambi i progetti senza guida. Regione intervenga, lavoro svolto finora non può andare perso”

Milano – Non sono stilettate di fioretto, ma è la sciabola ad essere utilizzata, in forma dialettica, dai consiglieri pentastellati che ancora rilevano ritardi ed assenza di risposte da parte dell’Ente;

Un’interrogazione a firma dei consiglieri M5s di Regione Lombardia Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro, per comprendere quale possa essere il futuro del registro delle malformazione congenite dell’Ats Valpadana, uno studio la cui validità è stata riconosciuta a livello europeo e che dovrebbe essere incluso all’interno dello studio epidemiologico di Cremona.

“Tutto è fermo a causa di questioni burocratico amministrative, ma soprattutto perché il responsabile scientifico dello studio, il professor Paolo Ricci, è andato in pensione. “E ad oggi – dichiara Degli Angeli – sia il registro delle malformazioni sia lo studio epidemiologico sono senza guida. Si naviga ancora in acque profonde. Non è ammissibile – precisano Degli Angeli e Fiasconaro -,visto che il fine ultimo dello studio e del registro è quello di ottenere una visione complessiva dello stato di salute della popolazione attuale, nonché una previsione per le future generazioni”.

Ribadita l’importanza del registro delle malformazioni congenite e dello studio epidemiologico, i due consiglieri pentastellati chiedono quindi a Regione Lombardia con quali tempi e con quali criteri intendendo sostituire il professor Ricci, ma soprattutto chiedono a Regione se intenda estendere tale progettualità a tutto il territorio di competenza dell’Ats Valpadana o, addirittura, al territorio competente di ogni Ats lombarda. “Siamo in attesa di una risposta repentina”, specifica Degli Angeli concludendo: “Mi auguro che il passaggio di consegna avvenga a stretto giro di posta affinché la progettualità dello studio epidemiologico non subisca ulteriori ritardi né, soprattutto, venga dispersa”

A.S.

© Riproduzione riservata
Commenti