Chiesa
Commenta

Domani alle 18 celebrazione delle Ceneri col vescovo. Diretta su Cremona1

La celebrazione, servita all'altare dagli studenti di Teologia del Seminario di Cremona, sarà animata con il canto dal Coro della Cattedrale, essendo di nuovo possibile in "zona gialla" la presenza dei cori, pur nel rispetto delle distanze necessarie e con l'uso della mascherina

Mercoledì 17 febbraio, alle 18, all’inizio della Quaresima, il vescovo Antonio Napolioni presiederà nella Cattedrale di Cremona l’Eucaristia, con la benedizione e l’imposizione delle Ceneri.

La celebrazione potrà essere seguita in diretta streaming attraverso il portale diocesano, i canali social della Diocesi (la pagina facebook e il canale youtube) e in televisione su Cremona1 (canale 80).

La liturgia sarà concelebrata dal vescovo emerito Dante Lafranconi e dai canonici del Capitolo della Cattedrale.Così come previsto dalla Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti, a motivo della contingente situazione epidemiologica il rito delle Ceneri – in Cattedrale così come in tutte le chiese della diocesi e d’Italia –subirà alcuni cambiamenti rispetto al solito: pronunciata la preghiera di benedizione delle ceneri e dopo averle asperse con l’acqua benedetta, senza nulla dire, il celebrante, rivolto ai presenti, dirà una volta sola per tutti la formula come nel Messale Romano: «Convertitevi e credete al Vangelo», oppure: «Ricordati, uomo, che polvere tu sei e in polvere ritornerai».

Quindi, igienizzate le mani e indossata la mascherina, imporrà le ceneri secondo una delle due modalità già consentite per la distribuzione dell’Eucaristia: oi fedeli si avvicineranno al celebrante o egli stesso si recherà da quanti staranno in piedi al loro posto.

Il sacerdote lascerà cadere sul capo di ciascuno le ceneri senza dire nulla.

La celebrazione, servita all’altare dagli studenti di Teologia del Seminario di Cremona, sarà animata con il canto dal Coro della Cattedrale, essendo di nuovo possibile in “zona gialla” la presenza dei cori, pur nel rispetto delle distanze necessarie e con l’uso della mascherina.

Il primo giorno di Quaresima sarà anche l’occasione per presentare ufficialmente alla Chiesa cremonese l’iniziativa di carità che accompagnerà il cammino verso la Pasqua.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti