Politica
Commenta

Autostrada CR-MN, istruttoria in corso. M5S: "Grave, c'è bisogno di certezze"

Ii consiglieri pentastellati avevano anche chiesto quali fossero “le criticità rilevate dagli uffici competenti di Regione” e “contestualmente indicare quali siano le azioni e i tempi previsti per risolvere le criticità” in questione.

Marco Degli Angeli e Andrea Fiasconaro, consiglieri regionali del Movimento 5 stelle, hanno voluto riportare al centro del dibattito pubblico il tema dell’autostrada Cremona-Mantova. Lo hanno fatto presentando un’interrogazione all’assessore lombardo alle Infrastrutture Claudia Maria Terzi. Degli Angeli ha quindi richiesto “un aggiornamento sull’iter relativo al progetto” ed in particolare lo stato della progettazione, le tempistiche e i prossimi passaggi previsti. I consiglieri pentastellati avevano anche chiesto quali fossero “le criticità rilevate dagli uffici competenti di Regione” e “contestualmente indicare quali siano le azioni e i tempi previsti per risolvere le criticità” in questione.

Un’opera che gli esponenti del M5S ritengono “figlia della miopia di quell’ala politica che vuole finanziare, senza se e senza ma, un’autostrada fantasma, col buco in mezzo e troppo onerosa” e che tiene bloccato un territorio e che non consente di percorrere altre progettualità”. Degli Angeli e Fiasconaro hanno quindi provato nuovamente a riproporre il tema della riqualificazione della SS10, come alternativa alla stessa autostrada. Su quest’ultimo punto, Terzi ha ribadito “la necessità di dotare il territorio di un asse viario autostradale”. In generale, l’assessore ha ricordato che “successivamente agli incontri intervenuti tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Regione Lombardia e gli Enti territoriali, questi ultimi hanno confermato una forte e positiva volontà territoriale nei confronti dell’autostrada Cremona Mantova considerata, sin dalle prime attività, come un’opportunità per lo sviluppo dei territori”.

Per quanto riguarda lo stato attuale, “si segnala che in data 28 agosto 2020 il concessionario Stradivaria spa ha trasmesso alla concedente ARIA spa il progetto definitivo e il piano economico finanziario”. La verifica della documentazione ha “determinato la necessità di acquisire integrazioni, chiarimenti mediante interazione diretta tra Concedente e Concessionario. L’iter istruttorio è tuttora in corso”. Risposte che, secondo Degli Angeli e Fiasconaro, “sanno tanto di aria fritta”. “Ad oggi – evidenziano i consiglieri – permangono ancora diversi elementi che necessitano di approfondimenti tecnici e valutazioni politiche. Il piano economico finanziario, ad esempio, non è ancora stato considerato sostenibile”.

L’assessore Terzi, dicono gli esponenti pentastellati, “ha solo saputo asserire che il progetto risponde a delle esigenze del territorio, nulla più”. “ARIA – spiegano ancora – che ha il compito di valutare il progetto, da settembre 2020 non è ancora stata in grado di validare il progetto. E’ grave, siamo fermi da anni, e con questa non risposta le lancette vanno indietro di 3 anni”. “Ad oggi – concludono Degli Angeli e Fiasconaro – ci sono solo tante conferenze, promesse e tavole rotonde disattese, quando invece i nostri territori hanno bisogno di più certezze”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti