Salute
Commenta

Assistenza domiciliare per i malati oncologici Covid+, ecco la piattaforma HealthMeeting

La presentazione è avvenuta in una conferenza online e, oltre al Presidente WILA Alessandro Beretta e al Direttore generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, sono intervenuti anche il vicepresidente WILA Sandro Corti e il Direttore dell’Unità Operativa di Oncologia Rodolfo Passalacqua.

La Direzione generale dell’Ospedale di Cremona ha presentato HealthMeeting, la piattaforma informatica finanziata da WILA, Fondo di Welfare Integrativo Lombardo dell’Artigianato, che è andata a completare il progetto di assistenza domiciliare rivolto ai malati oncologici Covid+, ovvero positivi al Coronavirus, curato dall’Unità Operativa di Oncologia ASST Cremona.

Il Fondo ha infatti devoluto alla struttura ospedaliera 50mila euro per l’implementazione e sviluppo di HealthMeeting, la piattaforma informatica in grado di connettere tutte le strutture territoriali della provincia di Cremona, inclusi i poliambulatori dei medici di medicina generale, favorendo l’interscambio e migliorando le decisioni terapeutiche su ogni singolo malato e tipo di patologia.

“L’Ospedale di Cremona – ha sottolineato Alessandro Beretta (Presidente WILA) – è stato esposto in prima linea nella lotta al Covid-19 e già a marzo, oltre ai team multidisciplinari intraospedalieri, era stato creato un team dedicato all’assistenza domiciliare per i malati oncologici Covid+. Per facilitare il lavoro in rete è stato necessario mettere a disposizione dei sanitari una piattaforma informatica in grado di far parlare in contemporanea i diversi specialisti. Come WILA abbiamo così deciso di sostenere concretamente questo progetto”.

Sandro Corti, vicepresidente WILA, che ne ha seguito operativamente la realizzazione, aggiunge: “Ci siamo schierati a fianco di questa realtà virtuosa nel panorama sanitario, sostenendo il progetto del reparto di Oncologia diretto dal dottor Rodolfo Passalacqua, che sentitamente ringrazio, finalizzato a diminuire il sovraccarico delle strutture ospedaliere territoriali, mediante l’assistenza domiciliare e favorire la gestione dei casi oncologici in team multidisciplinari allargati. Una volta di più i soci di WILA, Associazioni imprenditoriali artigiane e associazioni sindacali dei dipendenti del settore lombardo hanno voluto dimostrare la propria concretezza e vicinanza alle comunità locali e alle persone più fragili”.

Il Direttore Generale dell’Asst di Cremona Giuseppe Rossi ha spiegato: “La piattaforma donata all’ASST di Cremona da WILA è uno strumento prezioso che migliora la gestione del lavoro dei team oncologici multidisciplinari a favore dei pazienti. È un esempio illuminato di come la tecnologia possa essere funzionale alla scienza e allo sviluppo di buone pratiche nei percorsi di cura – ha spiegato Giuseppe Rossi (Direttore Generale ASST di Cremona). Per questo desidero ringraziare – anche a nome dei miei collaboratori – WILA che ha reso possibile l’acquisto di HealthMeeting: ci sarà di grande aiuto”.

“Ogni singolo caso di tumore – precisa Rodolfo Passalacqua (Direttore UO Oncologia, Ospedale di Cremona) viene discusso all’interno di un team multispecialistico a cui partecipano i sanitari che si occupano di quella specifica patologia (oncologi, radiologi, gastroenterologi, ginecologi, radioterapisti, pneumologi, genetisti, ecc)”.

“Questa è una metodica consolidata in tutti grandi centri – continua Passalacqua. In tal senso, la piattaforma HealthMeeting – attualmente in fase di installazione – consente agli specialisti di accedere, nel complesso, ai dati che caratterizzano la storia clinica del paziente (dati anamnestici, radiografie, esami istologici) e di svolgere più celermente tutte le procedure necessarie al trattamento del caso specifico. Il punto di forza di questo sistema è mettere in connessione i professionisti del team ospedaliero fra loro, ma soprattutto mettere in comunicazione lo stesso team direttamente con il medico di famiglia e le strutture sanitarie esterne”.

Il Direttore del reparto di Oncologia quindi conclude: “In sintesi è un sistema che permette ai soggetti interessati di dialogare con facilità, inserire nuovi dati, leggere tutti i referti, porre quesiti. Questo accelera i tempi di analisi e diagnosi, consente di pianificare programmi terapeutici mirati e condivisi con tempestività da tutte le parti coinvolte. Per la piena operatività del sistema ci vorrà ancora qualche mese funzionale alla messa in comune dei diversi dati da differenti piattaforme già esistenti”.

La presentazione è avvenuta in una conferenza online e, oltre al Presidente WILA Alessandro Beretta e al Direttore generale dell’ASST di Cremona Giuseppe Rossi, sono intervenuti anche il vicepresidente WILA Sandro Corti e il Direttore dell’Unità Operativa di Oncologia Rodolfo Passalacqua. La donazione fa parte della campagna We Love Lombardia, all’interno della quale il Fondo lombardo dell’artigianato ha stanziato 200mila euro, poi suddivisi tra quattro ospedali pubblici lombardi: ASST Cremona, ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo, Ospedale “Luigi Sacco” di Milano, Spedali Civili di Brescia.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti