Cronaca
Commenta

Bozzolo, i Carabinieri parlano a fine messa. "Non aprite la porta se non siete sicuri"

La S.Messa è stata anche l'occasione di ricordare il 44esimo anno di fondazione del gruppo dei Boyscout di cui è stato cantato un inno con suggestivo sventolio finale di foulards da parte dei ragazzi e delle ragazze appartenenti all'associazione

BOZZOLO – Al termine della Messa di domenica mattina a Bozzolo il Maresciallo capo della locale stazione Carabinieri è salito al Presbiterio della chiesa per un importante avviso rivolto a tutti i presenti.

Dopo il saluto militare al cospetto del tabernacolo il sottufficiale Pietro Ronconi ha preso la parola per ringraziare il Vicario don Nicola per l’opportunità che gli veniva concessa.

Il breve discorso riguardava il pericolo delle truffe e dei furti sopratutto ai danni degli anziani.

“Non aprite mai la porta a chi si presenta sotto mentite spoglie come chi dice di essere un avvocato o un tecnico dell’acqua e del gas tantomeno un carabiniere. Noi ci presentiamo sempre in due e con l’auto istituzionale davanti all’abitazione.

Dunque non lasciatevi mai ingannare da una semplice scritta sulla giacca. Ma sopratutto in caso di necessità, reale o presunta, non esitate a chiamare il 112. Il numero è sempre gratuito e noi siamo sempre pronti ad aiutarvi”.

Il maresciallo Ronconi infine ha suggerito di portare a casa i volantini informativi appoggiati su un tavolino nei pressi dell’ingresso della chiesa per distribuirli e diffondere.

Piccoli depliants realizzati a colori in maniera molto accattivante ed attraenti. Sotto forma di fumetto illustrante i vari modi subdoli con cui i malviventi cercano di ingannare le persone.

La campagna di sensibilizzazione contro le truffe agli anziani nella stessa mattinata era stata fatta conoscere anche nelle chiese di Cividale e Rivarolo dallo stesso comandante di Bozzolo.

La S.Messa è stata anche l’occasione di ricordare il 44esimo anno di fondazione del gruppo dei Boyscout di cui è stato cantato un inno con suggestivo sventolio finale di foulards da parte dei ragazzi e delle ragazze appartenenti all’associazione.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti