Cronaca
Commenta

Gazzuolo, ecco i fondi stanziati per studio, lavoro e welfare dopo l'accordo coi sindacati

E’ stato firmato a Gazzuolo dal sindaco Loris Contesini, assieme al suo vice Enzo Benedetti e ai sindacati CGIL-CISL-UIL l’accordo per l’anno in corso, che si richiama al Protocollo d’Intesa tra Anci Lombardia e Sindacati Confederali firmato il 18 gennaio 2016.

GAZZUOLO – E’ stato firmato a Gazzuolo dal sindaco Loris Contesini, assieme al suo vice Enzo Benedetti e ai sindacati CGIL-CISL-UIL l’accordo per l’anno in corso, che si richiama al Protocollo d’Intesa tra Anci Lombardia e Sindacati Confederali firmato il 18 gennaio 2016.

Dapprima l’impegno del comune è nella lotta alle forme di illegalità e al lavoro nero, oltre che alle forme di criminalità organizzata, per quanto riguarda gli appalti pubblici, mettendo altresì a disposizione attività volontarie, formative e gratuite per i cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale.

Per quanto riguarda il lavoro, sono stati stanziati 12mila euro per tirocini formativi gestiti dal Consorzio Pubblico Servizi alla Persona con una ulteriore borsa lavoro di 1.200 euro. Altro punto condiviso è la lotta all’evasione fiscale, tariffaria e contributiva.

Per quanto concerne l’addizionale Irpef, che è dello 0.70%, sono stati introdotti i seguenti scaglioni: 0.65% fino a 15mila euro; 0.70% da 15mila a 28mila; 0.76% da 28mila a 55mila; 0.78% da 55mila a 75mila; 0.80% oltre 75mila euro di reddito. L’esenzione è prevista da 0 a 10mila e sono 534 i dichiaranti che rientrano in questa fascia.

Sulla Tari l’amministrazione si impegna ad accertare eventuali fasce di elusione della tassa (specie sulle attività produttive), mentre per le famiglie che attiveranno la compostiera sarà applicata un’agevolazione del 15%; sull’Imu il comune conferma l’equiparazione a prima casa per i ricoverati in Casa di Riposo.

Tema politiche sociali: per il Servizio Domiciliare agli anziani sono stati stanziati 12.500 euro; 34.500 euro invece per tre persone in gravi difficoltà economica, per quel che concerne l’inserimento degli anziani in RSA o al Centro Diurno Anziani; 42mila euro per tre persone per il trasferimento rette e trasporto al Centro disabili, servizio gestito dall’Azienda Speciale.

Il Servizio Pasti Domiciliari prevede uno stanziamento di 30mila euro; i contributi sociali sono di 7.500 euro, con ulteriori 5mila euro per la locale Casa di Riposo. Sono confermati i trasferimenti all’Azienda Speciale Servizi alla Persona per 11.960 di mantenimento servizi, 1.223 euro di gestione e 8.600 euro di assistenza sociale. Infine 9mila euro sono stati stanziati per il trasporto protetto e consegna pasti di Auser.

Altri fondi sono stati messi a disposizione nel capitolo Welfare locale: 6.500 euro per il trasporto bambini o ragazzi con disabilità; 3.500 euro per il Crest (attività ricreativa estiva); 11mila euro per il Servizio Assistenza Domiciliare educativo per minori o famiglie; 13mila euro per il piano diritto allo studio; 2.100 euro per il noleggio pc della sala informatica delle scuole primaria e secondaria; 7.500 euro per il servizio post scuola gestito dal comune presso la primaria; 2mila euro per le visite medico-sportive degli alunni della primaria; senza scordare l’impegno a investire in specifici interventi per l’emergenza Covid, oltre che contro la violenza di genere e il bullismo.

E’ stato confermato il fondo sostegno affitto per 2.500 euro, mentre il comune di Gazzuolo potrà erogare 26.900 euro per il 2021 e il 2022 in sostegno ad attività economiche, artigianali e commerciali (dopo i 40.350 già inseriti nel bando 2020). L’accordo tra le parti (comune e sindacati) ha valore annuale.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti