Cronaca
Commenta

Addio a Carlo Lissandron: il mestiere di meccanico come vocazione di famiglia

I funerali, seguiti dalle onoranze funebri Mantovani, si svolgeranno mercoledì 17 alle ore 10.30, partendo dalla Fondazione Aragona di San Giovanni in Croce per il santuario della Madonna della Fontana, dopo di che la salma sarà cremata a Cremona.

CASALMAGGIORE – E’ stato il meccanico di tanti, esponente di una famiglia che di questa professione ha fatto una vera e propria vocazione. Bici o auto poco importa: dove c’è da mettere a posto un mezzo a due o quattro ruote la famiglia Lissandron c’è sempre. A Casalmaggiore, anzi, è una vera e propria istituzione: “Vai da Lissandron”, più che un consiglio, è sempre stato un invito ad andare sul sicuro…

Si era fatto da solo, a scuola dal ‘Dado’. Poi aveva aperto un’attività sua. Non c’era motore vecchio e malandato che lo impensierisse anzi, erano proprio i motori più avanti negli anni, più attempati a scatenarne la bravura. Con Carlo Lissandron se ne va la vecchia generazione dei meccanici, quella che aveva in lui e in Franco Benvenuti i due alfieri. Anni fa gli era stato proposto di lasciare tutto ma Carlo non avrebbe saputo vivere senza le mani sporche d’olio e i suoi motori.

Ma da poche ore quella famiglia è più povera: si è infatti spento all’età di 79 anni Carlo Lissandron, meccanico specializzato nelle auto e nei motori, che esercitava la propria professione (a disposizione aveva anche il carro attrezzi per ogni evenienza) in fregio alla strada Asolana, poco dopo la concessionaria Capelli e poco prima della rotonda Po.

Carlo lascia la moglie Daniela, i figli Umberto e Nicolas, il fratello Roberto (noto meccanico di biciclette, con lo storico negozio all’angolo tra via Bixio e via Marconi), cognati, cognate, nipoti e parenti tutti.

I funerali, seguiti dalle onoranze funebri Mantovani, si svolgeranno mercoledì 17 alle ore 10.30, partendo dalla Fondazione Aragona di San Giovanni in Croce per il santuario della Madonna della Fontana, dopo di che la salma sarà cremata a Cremona. La famiglia ringrazia il dottor Alessandro Tei per l’assistenza e cure prestate.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti