Politica
Commenta

Nicola Cavatorta: "Viadana deve tornare a trainare l'Oglio Po"

"Tra i vari argomenti vi sono la programmazione dell'offerta abitativa pubblica e sociale della quale Viadana sarà ente capofila"

VIADANA –  La volontà di garantire il ruolo di volano dell’OglioPo è stato uno dei punti fermi e condivisi dei vari candidati e, tale situazione rimane una priorità per il sindaco Nicola Cavatorta.

È quanto emerge anche dalle pagine del documento unico di programmazione al capitolo: “sinergie e forme di programmazione”. Tra i vari argomenti – aggiunge – vi sono la programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale della quale Viadana sarà ente capofila, ci troveremo nel concreto a dover gestire i servizi abitativi pubblici relativi ai 27 comuni che compongono l’Oglio Po Mantovano e Cremonese”.

Altro tema dibattuto in campagna elettorale i distretti del commercio, argomento che fece da perno alle polemiche politiche che accompagnarono i viadanesi alle urne: “Un impegno non indifferente del quale mi sento di dover ringraziare i nostri uffici. Altri aspetti di non minor conto sono quelli relativi ai distretti diffusi del commercio dei quali con giunta comunale del 2 dicembre 2020 Viadana ha espresso l’indirizzo per avviarne l’iter di l’individuazione e riconoscimento, fin delle prime settimane dall’insediamento c’è stata la necessità di mettersi in contatto con gli altri 9 comuni dell’Oglio Po Mantovano che si sono resi disponibili, grazie ai loro sindaci – conclude -, ad avviare tale procedimento.

Questo ci permetterà in futuro di poter accedere a numerosi bandi e fondi regionali per il sostegno del settore e anche interventi come decoro urbano e sistemazione dell’arredo cittadino. E’ di questi giorni la notizia che il comune di Gazoldo degli Ippoliti vuole rientrare a far parte del centrale unica di committenza, istituita dalla scorsa amministrazione comunale nel 2016, la quale permette di gestire tutte le procedure per la partecipazione a bandi e gare. Di questo importante servizio interno al nostro comune già ne fanno parte il comune di Commessaggio, di Marcaria, di Gazzuolo e di San Martino dell’Argine, unitamente all’azienda speciale Consortile.

Questo servizio ci permette di essere punto di riferimento nel territorio e di non dover usufruire degli uffici provinciali. Anche in questa circostanza dobbiamo ringraziare le professionalità interne i nostri uffici che hanno una ottima dote di coordinamento territoriale. Per rimanere in ambito di professionalità e di uffici, in questi mesi di pandemia non siamo rimasti fermi.

Abbiamo predisposto, quando possibile, bandi per l’acquisizione di personale dipendente, prima della zona rossa e dei relativi blocchi, sono stati fatti concorsi per l’acquisizione di graduatorie per le.assunzioni degli uffici tecnico e ragioneria. Sarà delle prossime settimane quello per l’implementazione del personale della polizia locale.

Da notare il fatto che diversi comuni limitrofi della provincia di Mantova e Cremona ci hanno già dimostrato interesse per poter accedere alle nostre graduatorie future.  Per concludere, l’importante partita relativa alla caserma dei Vigili del Fuoco. E’ del penultimo consiglio comunale la volontà di procedere con l’iter per la realizzazione, avendone deliberato la concessione dell’area al Ministero dell’Interno, il mantenimento di questo servizio è importantissimo non solo per la città di Viadana ma anche per i comuni limitrofi”.

A. S.

© Riproduzione riservata
Commenti