Eventi
Commenta

Bozzolo, una via Crucis
diversa (e intensa)

Attraverso una suggestiva e tenue illuminazione gli attori fermi nelle proprie posizioni davanti al leggìo hanno iniziato la lettura della Passione di Cristo ripercorrendo ad una ad una le 14 stazioni intervallate dagli inserti musicali del Coro di San Restituto

BOZZOLO – Una Via Crucis differente da quella tradizionalmente celebrata al venerdì è andata in scena ieri sera nella Chiesa di San Pietro a Bozzolo.

Don Luigi Pisani nell’illustrare brevemente l’evento, ha salutato i presenti sapendo che non ci si poteva aspettare il pienone (“non è una partita di calcio” ha sottolineato) aggiungendo che si trattava di una serata di impegno, riflessione e spiritualità.

Attraverso una suggestiva e tenue illuminazione gli attori fermi nelle proprie posizioni davanti al leggìo hanno iniziato la lettura della Passione di Cristo ripercorrendo ad una ad una le 14 stazioni intervallate dagli inserti musicali del Coro di San Restituto.

I brani erano tratti da “Le mystere de l’invention de la Croiz” di Henry Gheon interpretata da Gabriela Solomon, Erica Motti, Franco Saviola (regia) Milena Agosta, Raffaella Pasetti. Direttore del Coro Daniele Dall’Asta mentre l’audio e le luci erano a cura di Paolo Frati e Claudio Bottura.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti