Cronaca
Commenta

Casalmaggiore, agli Amici
del Po si lavora per il futuro

"Non sappiamo quando sarà possibile fissare l’assemblea dei soci, cercheremo di dare costanti aggiornamenti sullo stato di attuazione dei progetti e sulle iniziative intraprese". GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

CASALMAGGIORE – Il rischio è quello di vedere fortemente limitate le attività. Del doman, specialmente di questi tempi, non v’è alcuna certezza. Ma ugualmente agli ‘Amici del Po’ si lavora come se la certezza esistesse, pensando che possa esserci un futuro fatto delle attività che hanno sempre costituito il fulcro della storica società.

A chiarire i giorni che verranno un lungo comunicato diffuso ieri.

“Per il secondo anno consecutivo, il consiglio direttivo si ritrova a dover affrontare e gestire una situazione estremamente complessa causata dalle innumerevoli restrizioni dovute all’emergenza sanitaria in corso.

Lo scorso anno avevamo una consapevolezza diversa, non avevamo idee precise sulle modalità e sui tempi di riapertura dei centri sportivi, avevamo molti timori riguardo all’adozione delle migliori strategie possibili per riaprire la nostra società garantendo la tutela della salute di tutti i Soci nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza imposti e, nel contempo riuscendo a assicurare la fruizione della società.  L’estate 2020 è trascorsa con i consueti afflussi di soci e con una gestione, seppur più complessa e costosa (per l’adeguamento alle imposizioni igienico-sanitarie connesse alla pandemia) che ha ricevuto il  consenso della maggior parte dei soci.

Pur con tanti  problemi e incertezze abbiamo lavorato duramente per portare avanti alcuni investimenti programmati in società e abbiamo iniziato con le consuete preparazioni e manutenzioni necessarie per l’apertura del centro sportivo a tutti i nostri soci. Vogliamo trovarci pronti ad aprire le porte della società per la primavera estate 2021, non appena l’autorità sanitaria consentirà la fruizione a tutti quanti.
Con lo stesso spirito dello scorso anno,  stiamo lavorando da mesi per portare avanti gli investimenti proposti in assemblea e per occuparci con molta attenzione di tutti quei lavori necessari per la riapertura.

Nonostante ci sia stata una fruizione inferiore della società nel periodo invernale, a causa della pandemia,  abbiamo dovuto programmare maggiori costi dovuti alle sanificazioni, alle igenizzazioni e alla riorganizzazione della società in conformità alle esigenze sanitarie che vengono via via aggiornate di mese in mese (per non dire di settimana in settimana).

Come è stato esposto nella scorsa assemblea, sono stati depositati, grazie alla grande mole di lavoro del consigliere ing. Visioli Secondo, i progetti per la realizzazione della nuova terrazza bar, della nuova terrazza ristorante, della copertura del nuovo campo bocce. Si stanno anche valutando importanti investimenti per la zona giochi dei bambini. A breve verranno realizzati anche 2 campi da beach tennis proposti da alcuni giovani Soci che con grande passione si sono avvicinati a questo sport.

Come ricorderete, lo scorso dicembre all’ imbarcazione Anguilla sono stati rubati i due motori ed è stata fortemente danneggiata anche la struttura dell’imbarcazione da malfattori. La barca ha subito danni per circa 28.000 euro.  Faremo di tutto affinchè questi danni  vengano risarciti dalla nostra assicurazione. A breve la nostra Anguilla tornerà all’attracco degli Amici del Po dotata di sistemi di videosorveglianza e di un sistema antifurto ancora più efficiente.

E’ importante sottolineare come l’imbarcazione  Anguilla, così come il nuovo pontile e la nuova casetta del Grest  sono  stati finanziati al 90% grazie ad un contributo “Gal Terre del Po”, partecipando ad un bando nel quale siamo risultati vincitori.

Non sappiamo quando sarà possibile fissare l’assemblea dei soci, cercheremo di dare costanti aggiornamenti sullo stato di attuazione dei progetti e sulle iniziative intraprese.

I consiglieri sono  comunque sempre  disponibili a fornire ogni informazione e delucidazione ai soci”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti