Sport
Commenta

VBC, a cinque anni dalla
Champions ombre sul futuro

Serve un main sponsor che creda in club partito a luglio 2008 dalla serie B2 e arrivato a conquistare uno scudetto, una Supercoppa Italiana, una Champions League e un argento mondiale

Il passato torna in tutto il suo splendore, con il quinto anniversario della Champions League. Il presente grava su un futuro mai così incerto. La Vbc, in un giorno di ricordi europei – 10 aprile 2016: Pomì Casalmaggiore campione d’Europa -, lavora per dare seguito all’appello fatto giovedì, attraverso la cassa di risonanza dei social network. Serve un main sponsor per far sì che le rosa continuino a giocare la serie A1 a Cremona. I contatti tra la dirigenza e alcuni possibili investitori, avviati prima della conferenza al PalaBaslenga, sono proseguiti nelle scorse ore, e la settimana prossima si intensificheranno.

Da una parte la Vbc mette sul tavolo la vetrina offerta da una realtà sportiva capace di arrampicarsi fin sul tetto d’Europa e sfiorando vertici planetari – argento al mondiale per Club a Manila, 23 ottobre 2016 – , grazie a tecnici di livello assoluto e campionesse spesso veicolo di talento e valori.

Dall’altra le ricerche si scontrano con le difficoltà del mondo imprenditoriale cremonese. Non a caso a risentire maggiormente della crisi in questa complicata annata di volley femminile sono state le squadre più rappresentative del triangolo Covid: Bergamo, con la Zanetti prossima a chiudere i battenti, Brescia, retrocessa in A2, e Cremona, con Casalmaggiore in attesa di nuova linfa per garantirsi un futuro.

Le basi tecniche su cui costruire il rilancio ci sarebbero anche in rosa: lo stesso presidente Massimo Boselli Botturi ha specificato come Imma Sirressi, Laura Partenio, Laura Melandri, Dayana Kosareva e il sempre annodato legame con Carli Lloyd siano i presupposti fondamentali di una nuova annata in A1. Per ripartire da loro, però, servirà un’immediata iniezione di fiducia. Tradotto: serve un main sponsor che creda in club partito a luglio 2008 dalla serie B2 e arrivato a conquistare uno scudetto, una Supercoppa Italiana, una Champions League e un argento mondiale.

Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti