Politica
Commenta

Piadena, dalla minoranza un plauso
alla maggioranza sulla ex SPRAR

"Siamo soddisfatti che questa maggioranza abbia valutato positivamente il progetto SIPROIMI e che abbia deciso di proseguire con questo sistema secondo noi molto importante per avere il giusto controllo e la supervisione della delicata questione dei flussi migratori locali".

Il Comune di Piadena Drizzona ha aggiudicato definitivamente alla C.S.A. Cooperativa Servizi Assistenziali – Società Cooperativa Sociale di Mantova i servizi di accoglienza e integrazione degli immigrati stranieri nell’ambito del sistema SIPROIMI ex SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati). A commentare la notizia è la minoranza in consiglio comunale.

“Parliamo di un sistema – si legge – che noi abbiamo sempre visto come un vantaggio per l’intera comunità sia dal punto di vista del controllo del territorio e della tranquillità sociale, sia da quello delle ricadute positive in termini finanziari e di servizi alla popolazione. Questo lotto è relativo all’accoglienza materiale e gestione degli alloggi e l’importo previsto con copertura statale è di 287.496,28 € + Iva”.

“Siamo felici dunque che questo progetto possa proseguire – spiegano dalla minoranza – a differenza ad esempio della “Lega per Salvini Premier” del casalasco guidata da Simone Agazzi, la quale ha sempre manifestato il proprio disappunto (il nostro Comune è ente capofila di un protocollo d’intesa con i Comuni di Calvatone, Tornata, San Giovanni in Croce, Voltido, Solarolo Rainerio, San Martino del Lago e Rivarolo del Re ed Uniti). Lo stesso referente Agazzi proprio nel novembre scorso si diceva amareggiato della scelta fatta dalla lista di centrodestra vincitrice delle elezioni a Piadena Drizzona, perché troppo in linea con la passata amministrazione di centrosinistra, chiedendosi inoltre se “l‘attenta e severa valutazione del progetto SPRAR (ora SIPROIMI)” scritta nel programma elettorale fosse stata effettivamente fatta. Molto probabilmente ad Agazzi avrà risposto Luigi Pagliari, unico rappresentante della Lega rimasto in maggioranza”.

“Nel frattempo – concludono dalla minoranza – dopo che l’amministrazione Priori aveva ottenuto un rifinanziamento del progetto per 626.842,00 € annui, per un totale di 1.880.527 € per tre anni, anche il lotto per la gestione materiali e alloggi dunque è stato assegnato e così il progetto può continuare. Siamo soddisfatti che questa maggioranza abbia valutato positivamente il progetto SIPROIMI e che abbia deciso di proseguire con questo sistema secondo noi molto importante per avere il giusto controllo e la supervisione della delicata questione dei flussi migratori locali”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti