Politica
Commenta

"Vaccini per fragili, appuntamenti
impossibili o fissati a maggio"

“Si tratta di un disservizio frutto della confusione gestionale delle prenotazioni, nonostante i soliti annunci e proclami del governatore Fontana, della vice presidente Letizia Moratti e del commissario al piano vaccinale lombardo Guido Bertolaso".

Partono con il piede sbagliato le prenotazioni dei vaccini per persone “estremamente vulnerabili” e disabili gravi, che non sono in carico a un reparto ospedaliero. “Siamo veramente stanchi di dichiarazioni discordanti, errori e ritardi nelle prenotazioni, scarico di responsabilità e inchieste. C’è troppo caos in Regione Lombardia. Quanto ancora dovranno subire i cittadini lombardi?”. A domandarlo è stato Marco Degli Angeli, consigliere regionale del M5s Lombardia.

Precisa il consigliere: “Purtroppo anche oggi si stanno evidenziando non pochi problemi. Mi sono arrivate moltissime segnalazioni da persone fragili o con disabilità che non riescono ad iscriversi. Forse il motivo sta nel fatto che gli elenchi inseriti nel portale non sono completi, ma al momento non ci sono conferme in tal senso. C’è invece chi è riuscito a prenotarsi, ottenendo un appuntamento nelle prime settimane di maggio. Tuttavia, noto con rammarico che per i caregiver e familiari, l’apertura delle prenotazioni avverrà dal 16 aprile. Peccato: le persone fragili andrebbero tutelate e non illuse e messe in difficoltà”.

“Anche a livello di supporto sembra regnare il caos, i medici di base non hanno avuto informazioni e la nuova figura mitologica dei vax manager rimandano ai medici di base. Un capolavoro. Purtroppo assistiamo ancora a ritardi e disorganizzazione, e come al solito gli annunci di Fontana e Moratti superano la fantasia e creano illusioni”.

Conclude Degli Angeli: “Si tratta di un disservizio frutto della confusione gestionale delle prenotazioni, nonostante i soliti annunci e proclami del governatore Fontana, della vice presidente Letizia Moratti e del commissario al piano vaccinale lombardo Guido Bertolaso“.

redazione@oglioponews.it  

© Riproduzione riservata
Commenti