Ambiente
Commenta

Annamaria Piccinelli: "Basta con la
politica dell'asfalto e del cemento!"

"Domenica 23 Maggio alle 10.15 ci troviamo in Piazza Garibaldi a Casalmaggiore per andare a Piadena dove incontreremo altri manifestanti provenienti da altre direzioni. Seguirà momento conviviale in oratorio e ripartenza alle 15.30"

Si allo sviluppo sostenibile e alla riqualificazione di quello che già c’è. Sì ad una politica realmente ambientale che tuteli, che non continui con le logiche di sviluppo atte continuamente a consumare suolo. Una posizione netta quella espressa dalla consigliera comunale Annamaria Piccinelli (Vivace e Sostenibile) che aderisce alla biciclettata degli ambientalisti in programma domenica e chiede a tutti quelli che possono di fare altrettanto.

“Basta con la politica dell’asfalto e del cemento! Invito tutti a partecipare alla biciclettata di domenica 23 maggio prossimo, contro l’ennesima autostrada inutile e per una riqualificazione della strada esistente. Pensiamo alla nostra realtà locale. Due signore uccise e non riusciamo ad avere un passaggio pedonale sicuro o altro intervento. Asolana colabrodo, strade senza neanche i marciapiedi. Mancanza di ciclabili, specie tra le frazioni. Respiriamo l’aria di 20.000 mezzi al giorno e Vicomoscano è uccisa dai camion perché non riusciamo ad avere una tangenziale. I ponti e viadotti crollano o sono a rischio. Lungo il Po stanno attendendo almeno sedici ponti interventi urgenti, altri, compreso il nostro, sono a fine vita. E manca una infrastrutturazione ferroviaria sul bacino e in tutta Italia.

Però pensiamo a fare un’autostrada su un tratto sul quale passano meno mezzi di quelli che attraversano quotidianamente Casalmaggiore. Il Fatto quotidiano del 20 febbraio del 19 che titolava L’ennesima autostrada farsa riportava questi dati: 4 svincoli con le autostrade A21 e A22, 122 bretelle di collegamento, 7 viadotti, 9 ponti, 2 gallerie, 5 autostazioni, 2 aree di sosta, 2 aree di servizio, 243 interferenze con la viabilità esistente, 400 interventi su corsi d’acqua e cento aziende agricole cancellate, per un totale di 16.500.000 m3 di inerti da reperire nelle campagne circostanti. Costo complessivo: un miliardo circa. E tutti ammettono, perché è inconfutabile, che non è sufficientemente trafficata per mantenersi tanto che non si trovano investitori e quindi la Regione (cioè noi) contribuirà fortemente a finanziarla. E’ora di invertire questa politica vecchia e insostenibile del cemento e dell’asfalto e riqualificare ciò che c’è, in questo caso la SS10. Ringrazio tutte le associazioni che si battono per una politica nuova. Domenica 23 Maggio alle 10.15 ci troviamo in Piazza Garibaldi a Casalmaggiore per andare a Piadena dove incontreremo altri manifestanti provenienti da altre direzioni. Seguirà momento conviviale in oratorio e ripartenza alle 15.30″.

N.C.

© Riproduzione riservata
Commenti