Cronaca
Commenta

Mercato artigiano: 24 sognatori
e artisti. La speranza riparte da qui

L'aria - nonostante le mascherine - era più leggera del solito. Un piccolo pezzo di vita che torna, dopo tanto tempo. In attesa degli abbracci e di tutto il resto che ancora manca, un bel momento di speranza per tutta la città. GUARDA LA FOTOGALLERY E IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

24 piccoli artigiani, e soprattutto artigiane. Riparte da qui la speranza, baciata dal sole e dal contagioso ottimismo di chi, alla fine (o quasi) di un tunnel lungo un anno e mezzo, ci ha voluto provare. Il palcoscenico, quello di piazza Turati, ben si presta allo scopo. Un’iniziativa, quella del mercato artigiano, messa in piedi in pochissimo tempo soprattutto grazie a Nicoletta Frigerio che ha voluto che ci fosse uno spazio vitale e concreto in cui vendere, incontrare gente, scambiare due chiacchiere e magari sorridere al termine (o quasi) di un lunghissimo viaggio.

“Siamo qui a Casalmaggiore oggi, abbiamo organizzato un piccolo mercatino dell’artigianato, io dico di qualità perché i banchi sono belli e soprattutto perché ognuno mette la propria creatività e la propria voglia di fare all’interno delle cose che fa. Siamo a Casalmaggiore, siamo 24 banchi e ci siamo organizzati un po’ da soli, abbiamo fatto pubblicità e ci teniamo tanto che Casalmaggiore possa ripartire dal basso, da noi, con le nostre energie” spiega Nicoletta Frigerio.

QUI SOTTO IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

L’idea è quella di trasformare l’iniziativa estemporanea di questa mattina (andrà avanti sino alle 22) in un appuntamento fisso: “Pensavamo ad un’iniziativa stagionale, tanto per partire. Un mercatino d’estate, uno dell’autunno, uno d’inverno e uno della primavera. Poi, se le cose andranno bene, non è detto che l’idea non la si possa sviluppare ulteriormente. Qui in piazza ci sono artigiani che sono qui per la prima volta, altri oggi non potevano partecipare ma parteciperanno alle prossime iniziative. Lo spazio c’è per altri banchi.

La gente, sin dalle 10 di questa mattina, all’apertura non ha mancato di partecipare. Tra gli espositori anche Jessica Lazzarini: “In occasione dello street food abbiamo avuto la possibilità di organizzare questo bellissimo mercatino artigianale, il primo della stagione post covid, in questa bellissima cornice, piazza vecchia. E’ bello, veramente bello ritrovarsi tra hobbisti, creativi, bello rimettersi in gioco, condividere i talenti, speriamo arrivino tante persone a trovarci”.

L’aria – nonostante le mascherine – era più leggera del solito. Un piccolo pezzo di vita che torna, dopo tanto tempo. In attesa degli abbracci e di tutto il resto che ancora manca, un bel momento di speranza per tutta la città.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti