Politica
Commenta

"CR-MN? Inutile, meglio la
SS10". M5S, incontro in Regione

Degli Angeli e Fiasconaro convocano vertici di Aria e Regione: “Una alternativa c’è, se ne stanno accorgendo anche i rappresentanti del territorio”

“La biciclettata per dire no alla Cremona Mantova ha svegliato can che dorme. Finalmente il territorio e alcuni dei suoi rappresentanti si accorgono che il progetto autostradale è un miraggio non sostenibile”.

A dirlo sono stati Andrea Fiasconaro e Marco Degli Angeli, consiglieri del M5s Lombardia, che ormai da anni si battono per un’alternativa sostenibile ad un “progetto anacronistico e col buco nel mezzo”. Proseguono i consiglieri pentastellati: “Dopo innumerevoli battaglie e interrogazioni che abbiamo posto alla Giunta, sembra essere sempre più chiaro che all’autostrada Cr-Mn un’alternativa c’è: si chiama SS10. A nostro avviso si tratta della soluzione migliore per risolvere tutti i problemi emersi finora e, soprattutto, per velocizzare e mettere in sicurezza uno snodo fondamentale del nostro territorio”.

Un assist ai due consiglieri pentastellati arriva dal Decreto Sostegni Bis, il quale ha predisposto per Anas fondi pari a 35,5 milioni di euro per il 2021. “Parte di questi soldi – spiega Degli Angeli – potranno essere utilizzati per iniziare ad asfaltare e fare la manutenzione ordinaria della tratta stradale. Mentre – precisa Fiasconaro – non è assurdo pensare che, in un secondo momento, Anas potrà ricevere ulteriori finanziamenti per interventi più strutturali inerenti alla SS10, magari intervenendo con raddoppi selettivi e/o bypass per superare esternamente i centri dei paesi lungo l’asse”.

Alla luce di queste considerazioni i due consiglieri hanno evidenziano come, “quanto abbiamo sostenuto finora, non è mai stata una battaglia ideologica e di partito preso, ma piuttosto un riconoscimento pratico rispetto alle problematiche emerse finora. Per questo motivo – spiegano – abbiamo chiesto un incontro con l’assessore alle infrastrutture e ai Trasporti Claudia Maria Terzi e all’amministratore di Aria, Lorenzo Gubian”.

Obiettivo della tavola rotonda è quella di meglio comprendere e avere maggiori dettagli tecnici sul progetto dell’autostrada, che sta tenendo bloccato da anni un intero territorio, ad oggi ancora fermo poiché si sta valutando la sua sostenibilità. Aggiungono i consiglieri: “Il nostro intento è quello di capire quali siano le cause ostative alla progettualità. Se dall’incontro che abbiamo richiesto emergeranno cause insormontabili, c’è da augurarsi che si metta una pietra sopra, valutando anche la decadenza e che Anas, a questo punto, anziché asfaltarla solo in concomitanza del Giro d’Italia, possa procedere con la riqualificazione totale della strada statale”. L’augurio è quello che possa nascere un comitato per la riqualificazione della SS10. “Se così dovesse essere – concludono Degli Angeli e Fiasconaro – noi ci saremo. Sono 10 anni che lo diciamo: la Cr-Mn è l’ennesimo spreco di denaro e consumo di suolo inutile per il territorio. Valide alternative ci sono. Si inizi a guardare al futuro”.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti