Cronaca
Commenta

Perteghella: "Sull'HUB a Viadana
Cavatorta si è mosso tardi"

"Ai Viadanesi oggi non si possono ancora una volta raccontare barzellette. Ai cittadini va comunicata una data assolutamente certa a partire dalla quale sarà disponibile la prenotazione dal sito istituzionale di Regione Lombardia"

Si è mossa con sufficienza e con imperdonabile ritardo la giunta guidata da Nicola Cavatorta per i propri cittadini per pretendere un HUB vaccinale sul territorio viadanese. E così i cittadini hanno dovuto rivolgersi altrove. Quando è andata (quasi) bene a Casalmaggiore, altrimenti a Mantova, Cremona o Gonzaga. E’ solo del 22 maggio la proposta ad ATS Valpadana e a ASST Mantova di istituire la sede vaccinale di Viadana nei locali al Piano Terreno del Muvi – lato Museo, come si evince dalla delibera di giunta numero 67. A mettere in luce la vicenda il consigliere d’opposizione Silvio Perteghella. “La delibera di giunta dimostra il grave ed imperdonabile ritardo con il quale l’amministrazione Cavatorta si è adoperato per istituire l’hub vaccinale anti – covid nel nostro Comune. Pochi giorni fa, ho presentato una interrogazione chiedendo per quali ragioni nonostante i vari annunci a mezzo stampa del Sindaco, nel nostro Comune non fosse stata individuata la nuova sede hub per le vaccinazioni anti covid, e da quando sarà attivo il servizio. Una risposta sul fatto che al momento l’organizzazione del servizio è ancora in fase embrionale ci viene data dalla Deliberazione di Giunta n.67 di qualche giorno fa. Innanzitutto andrebbe ricordato al Sindaco che per cedere anche soltanto a titolo gratuito un bene immobile ad un ente esterno al Comune è d’obbligo una delibera d’indirizzo del Consiglio Comunale. La gestione del patrimonio è competenza esclusiva dell’assemblea cittadina e non della Giunta. Vista l’emergenza, non faremo la punta agli spilli sulla scorrettezza istituzionale o sulla mancanza della deliberazione Consigliare; la cosa che meraviglia moltissimo riguarda la sede che  forse ospiterà l’hub; veniva proposta per iscritto dal Sindaco ad Asst e ATS soltanto in data 22 Maggio! È a dir poco scandaloso un ritardo di programmazione di questa natura. La richiesta di sede hub sostanzialmente avviene ufficialmente e per iscritto con soli 5 mesi di ritardo. Questo significa che che sino al 21 di Maggio era tutto un pourparler tra soggetti istituzionali. Leggendo la delibera si dà mandato agli uffici di organizzare la gestione del servizio con associazioni e alternanza scuola lavoro in soli 5 giorni. Nel frattempo più del 40% dei residenti Viadanesi e dei Comuni limitrofi ha dovuto spostarsi tra le sedi di Casalmaggiore, Gonzaga, Mantova, Cremona. Va ricordato che molti di coloro che hanno fatto dai 40 ai 60 Km per farsi somministrare il vaccino erano cittadini anziani. Molti cittadini dopo gli annunci del Sindaco hanno ritardato la richiesta di prenotazione, attendendo l’apertura della sede vaccinale viadanese. Ai Viadanesi oggi non si possono ancora una volta raccontare barzellette. Ai cittadini va comunicata una data assolutamente certa a partire dalla quale sarà disponibile la prenotazione dal sito istituzionale di Regione Lombardia, e una data certa nella quale Asst e ATS di Mantova faranno partire il servizio a Viadana. Questa comunicazione sarebbe bene la formulassero le autorità che garantiscono il  servizio (ATS e Asst), ad oggi mi sembra si sia ancora imperdonabilmente indietro sulla tabella di marcia“.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti