Arte
I commenti sono chiusiCommenta

Asola, il Klousios International Music
Festival premia 18 giovani talenti

La giuria ha lavorato con grande serietà per due giorni valutando ogni artista con estrema attenzione e professionalità senza tralasciare nessun aspetto. L’entusiasmo di esibirsi da parte dei candidati è stato tanto ma ancor di più il desiderio di cominciare a vivere appieno il percorso di prove e di studi

Nei giorni 5-6 giugno 2021 ad Asola presso la Sala dei Dieci si è tenuta la seconda edizione della Rassegna musicale del fiume Chiese KLOUSIOS INTERNATIONAL MUSIC FESTIVAL per la direzione artistica di Roberta Bambace, a cura dell’Associazione Colere Anima, presidente Gianfranco Tripodi e dell’Assessorato alla cultura che ha patrocinato l’iniziativa, nella persona di Cecilia Antonioli.

La commissione dei giudici M° Rossana Arcuri, M° Sonia Gandolfi, M° Gianluigi Mutti e M° Paolo Rinaldi ha esaminato 38 concorrenti assegnando ben 18 premi assoluti ai candidati, provenienti da tre Scuole Secondarie di I Grado: “L. B. ALBERTI” di Mantova, “DON I. FORTUNATI” di Guidizzolo, “A. SCHIANTARELLI” di Asola e una Scuola Secondaria di II Grado: Liceo Musicale “I. D’ESTE” di Mantova.

Una rassegna che rende giusto merito alle doti e all’entusiasmo di giovani talenti che per diletto e per passione cercano attraverso la musica di esprimere una parte di se stessi. Vedere quest’anno i giovani concorrenti dare il meglio di sé dopo aver calato la mascherina è stata un’emozione grande quasi a immaginare che quelle note musicali fossero un inno alla vita a rappresentare il desiderio di far sentire il suono delle emozioni liberate .

“A causa dei limiti imposti dal protocollo anti-Covid” – spiega l’Assessore Antonioli – “si è ritenuto indire il concorso in toni sommessi, senza pubblicità e con un numero ridotto di partecipanti oltre che in assenza di pubblico. Decisione presa con rammarico per la consapevolezza che i candidati avrebbero potuto essere molti e molti di più.”

La giuria ha lavorato con grande serietà per due giorni valutando ogni artista con estrema attenzione e professionalità senza tralasciare nessun aspetto. L’entusiasmo di esibirsi da parte dei candidati è stato tanto ma ancor di più il desiderio di cominciare a vivere appieno il percorso di prove e di studi. Come ricorda il presidente Tripodi “Investire sui giovani è una scommessa che viene sempre vinta” e così è stato.

“Contiamo per il prossimo anno di indire una Rassegna che possa coinvolgere un vasto numero di partecipanti e di pubblico” – continua l’Assessore – “dedicando un maggior numero di giornate con uno spettacolo finale che dia giusto merito ai premiati. All’Associazione Colere Anima, al presidente Gianfranco Tripodi, alla direttrice artistica Roberta Bambace, ai giudici esaminatori ma soprattutto ai candidati e alle loro famiglie che in quest’anno così difficile un sentito grazie da parte di tutta l’Amministrazione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.