Cronaca
Commenta

Giuseppe Gerelli compie 100 anni,
lo ricordano Comune e figlio

Oggi è il Centenario del nostro concittadino Gerelli Giuseppe, persona molto nota in paese in quanto ha ricoperto il ruolo di Sindaco di Gussola per ben 17 anni dal 1970 al 1987, anno in cui rassegnó le proprie dimissioni per dare la possibilità di crescere ad altri del proprio gruppo

Oggi è una data importante per la comunità gussolese. Ricorre infatti il centenario della nascita di Giuseppe Gerelli, che fu sindaco per bel 17 anni, dal 1970 al 1987. Giuseppe Gerelli non festeggerà il compleanno, ospite di una struttura protetta della zona, ma lo stesso il comune di Gussola e il figlio Sante hanno voluto ricordare.

“Oggi è il Centenario del nostro concittadino Gerelli Giuseppe, persona molto nota in paese in quanto ha ricoperto il ruolo di Sindaco di Gussola per ben 17 anni dal 1970 al 1987, anno in cui rassegnó le proprie dimissioni per dare la possibilità di crescere ad altri del proprio gruppo, dopo una sua lunga esperienza nel ruolo di Sindaco, ma senza comunque abbandonare il suo impegno lavorativo nella gestione dell’attività Comunale. Avremmo voluto festeggiarlo facendoci raccontare la sua esperienza  amministrativa, la sua vita e avere qualche dritta in più per il futuro, ma purtroppo è ricoverato in una struttura del territorio e non possiamo raggiungerlo. A nome di tutta l’Amministrazione comunale vogliamo porgergli i nostri migliori auguri per questo traguardo raggiunto e ringraziarlo per tutto quello che ha fatto per la nostra comunità”.

Il figlio Sante ha voluto dedicare al padre una poesia.

100 ANNI (14-6-1921 e non li dimostravi)

Li aspettavi con ansia,
dicevi che erano tanti,
ma eri ancora curioso
della vita e del mondo.
Giornali e i libri
erano la tua compagnia,
non tralasciavi nulla.
La politica quella di servizio
ostica al potere
ti ha accompagnato
una vita intera.
Aspettavi questo momento,
contavi i giorni,
li hai visti scorrere
riempiendoli d’impegno,
di saggezza e di sacrificio.
Anni vissuti intensamente,
per migliorare il tuo paese,
per aiutare i deboli,
quelli che per molti
non dovrebbero avere voce.
100 anni, un traguardo
che ti scorre davanti,
ma non te ne accorgi,
immobile in un letto,
con la mente confusa.
Buon compleanno papà.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti