Cronaca
Commenta

Giacomo Zani, il manifesto funebre
e lo spartito per l'addio

Nessun funerale, ma solo una celebrazione privata per pochissimi intimi, e poi un manifesto che contiene lo spartito, con le notte, dell’ultimo Requiem (di Chopin) che il Maestro ha stampato per il suo addio. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

E’ stato di parola il Maestro Giacomo Zani, fino all’ultimo. Fino ad un’uscita di scena da vero artista. Nessun funerale, ma solo una celebrazione privata per pochissimi intimi, e poi un manifesto che contiene lo spartito, con le note, dell’ultimo Requiem che il Maestro ha deciso di stampare per sè, riprendendo il movimento della “Marcia funebre” di Fryderyk Chopin.

Foto Alessandro Osti

I manifesti funebri stampati dalle Onoranze Funebri Mantovani sono stati apposti nella mattinata di mercoledì in via Cavour a Casalmaggiore. Nella parte alta troviamo la Finestra sul Po, ideata nel 2019 da Giuseppe Boles e realizzata da Brunivo Buttarelli, struttura che Zani ha detto tante volte di apprezzare.

Nella parte centrale invece lo spartito con il Requiem del Maestro. Non note pucciniane, come si pensava inizialmente, dato che Giacomo Puccini era uno dei compositori preferiti da Zani, ma Chopin, altro artista molto amato dal Maestro, che aveva visitato la sua tomba qualche anno fa.

Sotto una semplice scritta con la firma di Zani in originale (sono stati prodotti, infatti, soltanto due manifesti): “Un carissimo saluto ai miei Amici e a tutti i Concittadini della città di Casalmaggiore”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti