Ambiente
Commenta

Gessi da defecazione, Sospiro per
cominciare approva il regolamento

Una scelta figlia degli eventi: Sospiro, infatti è tra i 14 comuni in provincia di Cremona colpiti da sversamenti di gessi di defecazione, provenienti da smaltimenti illegali, per i quali è in corso un’indagine della procura della repubblica di Brescia.

Utilizzare i fertilizzanti in agricoltura al meglio, nel rispetto delle aziende e degli abitanti. Questo l’obiettivo del regolamento approvato dall’amministrazione di Sospiro durante l’ultimo consiglio comunale, per tentare di disciplinare lo spargimento di fanghi da depurazione in agricoltura, introducendo alcuni paletti.

Tra le finalità, quela di salvaguardare l’ambiente e i terreni agricoli, valutando la reale necessità di utilizzo dei fertilizzanti derivanti da lavorazioni industriali e non.

Con il nuovo regolamento si introduce l’obbligo di presentare al Comune uno studio pedo-agronomico per l’impiego di fanghi o gessi, firmato da un perito agrario o agrotecnico e contenente tra gli altri elementi la quantità e la qualità dei fertilizzanti, oltre ad un’analisi ante e post impiego.

Inoltre, vengono introdotti limiti sulle distanze: i fanghi non potranno essere utilizzati a meno di 500 metri dalle aree urbane, a 300 metri dalle zone produttive e a 300 metri dai nuclei abitativi sparsi.

Una scelta figlia degli eventi: Sospiro, infatti è tra i 14 comuni in provincia di Cremona colpiti da sversamenti di gessi di defecazione, provenienti da smaltimenti illegali, per i quali è in corso un’indagine della procura della repubblica di Brescia.

Andrea Colla

© Riproduzione riservata
Commenti