Cronaca
Commenta

La leucemia spegne il sorriso
di Isaac Awuah Asah a 22 anni

Il padre sente la necessità di ringraziare il medico Mario Federici, i medici e gli infermieri del Reparto di Ematologia e tutta l'equipe  del Reparto  trapianto del midollo  osseo  per adulti degli Spedali Civili di Brescia, i medici dell'Ospedale Oglio Po e il medico Federico Pasin per le cure prestate

Si è spento pochi giorni fa all’Ospedale di Brescia Isaac Awuah Asah, un ragazzo di soli 22 anni originario del Ghana e residente a Casalmaggiore. Sconvolta l’intera comunità ghanese che, com’è noto, rappresenta una delle più numerose a Casalmaggiore. A raccontare la storia di Isaac, dall’abitazione di via Vaghi, è il padre Daniel che con grande forza d’animo riesce a superare il dolore e l’angoscia per rispondere alle domande del cronista. “Io sono in Italia da 13 anni mentre Isaac è arrivato circa tre anni fa. Ha frequentato il corso per imparare l’italiano riservato agli stranieri dopodichè ha cominciato a non stare bene e ha dovuto lasciare. Nonostante questo ha coltivato la passione per il calcio giocando a San Giovanni in Croce con ottimi risultati. Ma il male ha continuato a progredire. All’inizio sembrava fosse afflitto da un’ernia ma il ricovero presso l’Ospedale di Brescia ha rivelato  purtroppo la triste verità: mio figlio era stato colpito da leucemia che l’ha fatto soffrire a lungo. Ci sono stati momenti di alti e bassi sino a che il male ha avuto il sopravvento facendolo spegnere a soli 22 anni il 26 giugno scorso a Brescia”. Isaac lascia cinque fratelli di età compresa tra i 5 e i 19 anni. La mamma vive in Ghana. Tutta la grande famiglia del 22 enne si stringe ora nel dolore per la perdita di questo ragazzo fantastico dal sorrisi dolcissimo. I funerali, curati dall’Impresa funebre Mantovani, si terranno sabato 10 luglio alle ore 15 presso il Duomo di Casalmaggiore con sepoltura nel cimitero locale. Il padre sente la necessità di ringraziare il medico Mario Federici, i medici e gli infermieri del Reparto di Ematologia e tutta l’equipe  del Reparto  trapianto del midollo  osseo  per adulti degli Spedali Civili di Brescia, i medici dell’Ospedale Oglio Po e il medico Federico Pasin per le cure prestate.

Ros Pis

© Riproduzione riservata
Commenti