Cultura
Commenta

Viadana, il comune cerca
fondi per la biblioteca

Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere utilizzate per almeno il settanta per cento per l’acquisto di libri presso almeno tre diverse librerie con codice ATECO principale 47.61 presenti sul territorio della provincia o città metropolitana in cui si trova la biblioteca.

Come da accordi intercorsi tra l’ufficio bandi sovracomunale e il dottor Aliani direttore della biblioteca di Viadana, è stata presentata la richiesta di contributo nell’ambito del “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali 2021”, finalizzato ad ottenere un contributo in favore della biblioteca comunale di Viadana.

L’articolo 2 del Decreto Dirigenziale Rep. n. 414/2021 prevede l’erogazione di contributi a biblioteche pubbliche appartenenti allo Stato e agli Enti territoriali aperte al pubblico e alle biblioteche, aperte al pubblico, degli istituti culturali destinatari dei contributi di cui legge 17 ottobre 1996, n. 534, e della legge 28 dicembre 1995, n. 549, per l’acquisto di libri.

Le risorse sono assegnate alle biblioteche, aperte al pubblico, dello Stato, degli enti territoriali e dei soggetti beneficiari ai sensi della legge 17 ottobre 1996, n. 534, e della legge 28 dicembre 1995, n. 549, per l’acquisto di libri fino a un massimo di: 7.000 euro per le biblioteche con un patrimonio librario di oltre 20.000 volumi.

Le risorse assegnate a ciascuna biblioteca devono essere utilizzate per almeno il settanta per cento per l’acquisto di libri presso almeno tre diverse librerie con codice ATECO principale 47.61 presenti sul territorio della provincia o città metropolitana in cui si trova la biblioteca.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti