Spettacolo
Commenta

Otello Circus, uno spettacolo diverso
dal solito entusiasma Santa Chiara

Non ha tradito le attese lo spettacolo Otello Circus, organizzato presso il chiostro di Santa Chiara sabato sera e inserito nel calendario di “Lunazione” assieme ad altri cinque appuntamenti ideato dal direttore artistico del Teatro Comunale di Casalmaggiore Giuseppe Romanetti.

Non ha tradito le attese lo spettacolo Otello Circus, organizzato presso il chiostro di Santa Chiara di Casalmaggiore sabato sera e inserito nel calendario di “Lunazione” (assieme ad altri cinque appuntamenti), ideato dal direttore artistico del Teatro Comunale di Casalmaggiore Giuseppe Romanetti.

“Nessuno sguardo pietistico” aveva annunciato lo stesso Romanetti alla vigilia, tenendo conto che all’interno dello spettacolo sono presenti anche ragazzi con sindrome di Down e disabilità. Ma gli applausi del pubblico hanno dimostrato di andare ben oltre questo aspetto, premiando la bravura effettiva dei protagonisti. Otello è il capolavoro di Giuseppe Verdi che qui è stato rivisitato – come dice il titolo stesso dello spettacolo, premiato col Premio Ubu nel 2019 – con un apparato circense fatto di musica, saltimbanchi e attori capaci di tenere sempre ben saldi i cardini della trama.

Uno spettacolo – per la regia di Antonio Viganò e con il Teatro la Ribalta-Kunst der Vielfalt di Bolzano e l’Orchestra Allegromoderato di Milano protagonisti – molto apprezzato da un pubblico che ha gremito Santa Chiara, tanto che è stato quasi un peccato avere posti limitati, dovendo però rispettare a pieno le prescrizioni in questa difficile fase ancora legata al Covid. Insomma una serata riuscita per uno spettacolo diverso e capace di staccarsi dall’ordinario, dimostrando di avere meritato in pieno i riconoscimenti ottenuti due anni fa.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti