Cronaca
Commenta

Grandine, Guerra (ANCI):
"Vicini alle comunità colpite"

"Sono necessarie politiche coraggiose in materia ambientale, urbanistica, energetica, di contrasto al cambiamento climatico, ed è anche necessario allocare risorse sufficienti e soprattutto potenziare il personale tecnico e amministrativo"

“In questi giorni il territorio lombardo è stato colpito da una serie di gravi eventi calamitosi, determinati dal forte maltempo, che hanno riportato al centro dell’attenzione mediatica la problematica del dissesto idrogeologico. Fenomeni che tuttora stanno purtroppo proseguendo.

Esprimendo la vicinanza di Anci Lombardia a tutte le comunità e ai loro amministratori che stanno affrontando questa dura prova, che vede paesi isolati e cittadini e imprese alle prese con le conseguenze di allagamenti e frane, non possiamo che richiamare nuovamente l’attenzione sulla fragilità del nostro territorio e sulla necessità che si proceda con determinazione alla messa in sicurezza di versanti montani, strade, argini, centri abitati e corsi del reticolo idrico minore e maggiore, considerato anche che gli eventi metereologici sempre più estremi e sempre più frequenti determinano un grave stato di pericolo che, ormai periodicamente e in modo ricorrente minaccia le popolazioni, le infrastrutture e le attività.

Sono necessarie politiche coraggiose in materia ambientale, urbanistica, energetica, di contrasto al cambiamento climatico, ed è anche necessario allocare risorse sufficienti e soprattutto potenziare il personale tecnico e amministrativo preposto dei Comuni, affinché tutti gli Enti coinvolti in questa opera di cura del territorio, siano posti nelle condizioni di avviarla concretamente, andando oltre la politica degli annunci, soprattutto perché il dissesto idrogeologico non è un fenomeno ascrivibile a una sola area o a una sola regione, ma caratterizza, purtroppo, pur in modalità diverse, l’intero Paese. E rispetto a esso non basta più, come sosteniamo da tempo, la politica dei bandi, ma occorre una rigorosa ricognizione delle condizioni di rischio e delle priorità di intervento in tutti i territori e la costruzione e finanziamento di un vero e organico piano pluriennale di intervento, al quale destinare risorse straordinarie, a partire da quelle indicate nel PNRR ma non solo.” Questa la dichiarazione del Presidente di Anci Lombardia, Mauro Guerra, in merito agli eventi calamitosi dovuti al maltempo che in questi giorni si sono verificati in Lombardia.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti