Cronaca
Commenta

Sabbioneta, l'ex "sala dei
formaggi" verso una nuova vita

L’area era stata inserita a fine 2020 fra quelle individuate dalla amministrazione comunale di Sabbioneta come “ambiti di rigenerazione urbana”, aree cioè bisognose di un recupero dal degrado e strategiche per nuove iniziative di riqualificazione.

Una nuova vita per un’importante area a due passi dal centro storico sabbionetano. L’area “Ex Sala Formaggi”, circa 16.000 metri quadrati di area in gran parte occupata da capannoni abbandonati, all’asta da oltre un decennio a seguito del fallimento della omonima realtà produttiva, ha un proprietario, intenzionato ad investire sul territorio sabbionetano.

L’area era stata inserita a fine 2020 fra quelle individuate dalla amministrazione comunale di Sabbioneta come “ambiti di rigenerazione urbana”, aree cioè bisognose di un recupero dal degrado e strategiche per nuove iniziative di riqualificazione.

Ad aggiudicarsi all’asta l’area, è stata la azienda di Casalmaggiore Edil-Esse di Stabili Eugenio e c. snc, che nei prossimi mesi potrà quindi intervenire per abbattere i capannoni abbandonati da decenni e progettare il futuro di quello spazio. “In rispondenza al vigente PGT del Comune di Sabbioneta, lavoreremo nei prossimi anni alla costruzione di un nuovo quartiere residenziale, vicinissimo al centro storico e affacciato sulla principale arteria di collegamento della zona, che è la strada Sabbionetana. In accordo con l’amministrazione comunale stiamo immaginando di destinare a servizi pubblici una parte dell’area acquisita.” spiega la proprietà.

Grande soddisfazione da parte del sindaco di Sabbioneta Marco Pasquali e dell’Assessore all’Urbanistica Angiolino Maja. “L’intera area di Borgofreddo potrà ritrovare un nuovo splendore, dopo l’abbattimento di quel mostro che da anni deturpa l’area, impoverendola e rendendola marginale. È sempre positivo quando l’interesse pubblico viene raggiunto senza il dispendio di risorse comunali. Sarà importante per noi capire come ottenere, in accordo con il privato che ringraziamo, il maggior beneficio per la comunità possibile da questa operazione. Una moderna area camper in quella zona, ad esempio, potrebbe essere un obiettivo del prossimo futuro”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti