Cronaca
Commenta

RFI spiega il progetto rifiuti
del comune: Priori insoddisfatto

Una risposta da Rete Ferroviaria Italiana che spiega come funzionerà il binario che la Trasporti Pesanti intende utilizzare per lo stoccaggio rifiuti. Una risposta che non soddisfa il sindaco, ma conferma le sue preoccupazioni. GUARDA IL SERVIZIO TG DI CREMONA 1

Ha ricevuto la risposta che da tempo aspettava il sindaco di Piadena Drizzona Matteo Guido Priori, grazie all’intercessione – è il caso di dirlo – dell’avvocato Francesco Noschese del Foro di Brescia. Una risposta da Rete Ferroviaria Italiana che spiega come funzionerà il binario che la Trasporti Pesanti intende utilizzare per lo stoccaggio rifiuti. Una risposta che non soddisfa il sindaco, ma anzi conferma le sue preoccupazioni.

In particolare, due aspetti vengono evidenziati dalla lettera di RFI: il binario non sarà interessato da alcun traffico se non per eventuali soste tecniche limitate nel tempo e non saranno incrementate le emissioni acustiche.

Inoltre i Vigili del Fuoco saranno informati degli interventi previsti, la cui funzione esclude all’interno dell’asset di RFI ogni attività di carico e scarico di merci. A questo proposito il sesto binario sarà interessato, spiega RFI, dall’installazione di estintori carrellati, adeguamento della segnaletica e implementazione degli impianti di diffusione sonora, che non incidono in termini di emissioni acustiche.

Altro dettaglio sarà la realizzazione di un impianto di raccolta di acque meteoriche con tubazioni in PVC rigido e caditoie con pozzetti in cemento prefabbricato, che arriveranno in una vasca di prima pioggia e un impianto di disoleazione. Tutti particolari che, secondo Priori, non fanno che evidenziare la pericolosità dell’operazione.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti