Solidarietà
I commenti sono chiusiCommenta

I Rotary d'Italia scrivono a Draghi:
"Per l'Afghanistan ci siamo"

"Esprimiamo la nostra piena disponibilità ad una azione di supporto al programma nazionale di accoglienza, affinché si possano offrire ai rifugiati concrete occasioni di inserimento sociale, lavorativo e culturale".

In foto Luigi Viana, portavoce dei governatori Rotary d'Italia e una foto (CNN) dell'Afghanistan di questi giorni

I Governatori dei quattordici Distretti Rotary d’Italia hanno inviato una lettera al Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi per manifestare la loro piena disponibilità a svolgere un’azione di supporto al programma nazionale di accoglienza in favore dei rifugiati afghani, al fine di offrire loro concrete occasioni di inserimento sociale, lavorativo e culturale.

Il Rotary International – come noto – è attivamente impegnato in Afghanistan nel programma per l’eradicazione della poliomielite e per il sostegno attivo alle comunità locali con le proprie professionalità e le proprie risorse.

Alla luce dei noti tragici eventi che stanno sconvolgendo il Paese asiatico e che hanno messo a rischio la libertà e l’incolumità di migliaia di donne, uomini e bambini, i Governatori dei Distretti Rotary d’Italia, in rappresentanza degli oltre 40.000 soci, vogliono essere al fianco del Governo italiano per offrire a chi ha collaborato con le istituzioni e le organizzazioni nazionali e internazionali e per i loro nuclei familiari il sostegno necessario per consentire una vita sociale e lavorativa dignitosa.

Così si esprime in merito Luigi Viana, Governatore del Distretto 2031, portavoce di tutti i Governatori d’Italia: «Nel riconoscere il valore della solidarietà tra i popoli, siamo pronti a dare supporto a programmi di integrazione culturale e lavorativa di chi è minacciato dalla crisi politica e umanitaria dell’Afghanistan per aver collaborato per oltre vent’anni ai processi di integrazione del Paese con la comunità internazionale. La nostra attenzione è rivolta in modo particolare alla popolazione infantile, cui storicamente il Rotary dedica il suo impegno per un mondo libero dalla poliomielite, attraverso il piano di vaccinazione mondiale che ha recentemente ridotto il contagio residuale ai soli Afghanistan e Pakistan. Ogni sforzo che potremo compiere avrà dunque un effetto di carattere civile, culturale e umanitario».

LA LETTERASignor Presidente, I quattordici Distretti d’Italia del Rotary International, che rappresentano circa 40.000 rotariani, stanno seguendo con attenzione i tragici eventi che stanno sconvolgendo l’Afghanistanin questi ultimi giorni. Il Rotary Internationalè presente anche in Afghanistan impegnato attivamente come nella gran parte del mondo, oltre che nel programma per la eradicazione della poliomielite, per il sostegno attivo delle comunità locali mettendo a disposizione le proprie risorse e le proprie professionalità. La situazione di crisi che così drammaticamente si è venuta a creare sta mettendo a rischio la libertà e l’incolumità di migliaia di uomini e donne e questo è motivo di grande preoccupazione, soprattutto alla luce delle gravi incertezze sulla nuova leadership del Paese e della violenza che sta dilagando, rispetto alla quale non possiamo restare indifferenti. Nella consapevolezza dello sforzo posto in essere dal Governo Italiano per la realizzazione di corridoi umanitari di uscita dal Paese, anche per i nuclei familiari di tutti coloro che hanno collaborato con le istituzioni e organizzazioni nazionali/internazionali, esprimiamo la nostra piena disponibilità ad una azione di supporto al programma nazionale di accoglienza, affinché si possano offrire ai rifugiati concrete occasioni di inserimento sociale, lavorativo e culturale, temi ai quali il Rotary International rivolge da molti anni la propria attenzione. Voglia gradire, Signor Presidente, i sensi della nostra alta considerazione. I Governatori dei Distretti: 2031 Luigi Viana, 2032 Silvia Scarrone, 2041 Manlio Alberto Grassi, 2042 Edoardo Gerbelli, 2050 Sergio Duilio, 2060 Raffaele Caltabiano, 2071 Fernando Damiani, 2072 Stefano Spagna Musso, 2080 Gabriele Andria, 2090 Gioacchino Minelli, 2101 Costantino Astarita, 2102 Fernando Amendola, 2110 GaetanoDe Bernardis, 2120 Gianvito Giannelli.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.