Cucina e Gastronomia
Commenta

7° Festival della mostarda
Digitale e con degustazioni

Ci saranno però anche occasioni per degustare il prodotto nelle sue declinazioni più ricercate, presso ristoranti, enoteche e gastronomie che hanno aderito alla manifestazione e sono inoltre previste visite alle dimore storiche della città e della provincia.

L’avvicinarsi dell’autunno è un invito a riscoprire una delle più grandi eccellenze della tradizione gastronomica lombarda, la mostarda, protagonista per il settimo anno consecutivo della kermesse “Festival della Mostarda 7.0” annunciata oggi, dal 16 ottobre al 30 novembre.

“Il Festival della Mostarda – dichiara il Commissario Straordinario della Camera di Commercio di Cremona, – si pone a sostegno e a supporto dei settori del commercio e della ristorazione locale, così duramente colpiti in questi mesi di chiusure forzate, proponendosi come occasione di incontro, di informazione e di formazione.  Il cibo è sicuramente uno degli elementi fondamentali che i territori possono utilizzare per richiamare turisti e visitatori. Il turismo enogastronomico, inoltre, favorisce la conoscenza non solo del territorio e della comunità locale ma anche dei processi di produzione all’interno della filiera diventando driver di sviluppo anche per le aziende di produzione. Questo è l’obiettivo che perseguiamo come Camera di Commercio, e siamo convinti che il Festival rappresenti un’occasione importante di valorizzazione dei piccoli produttori, delle PMI che, oggi più che mai, devono essere sostenute ed aiutate anche ad affrontare i mercati esteri.”

Dopo il successo dell’ultima edizione, il Festival accenderà anche quest’anno i riflettori su un prodotto da sempre testimone dell’antica storia culinaria cremonese, celebrando la città e il territorio provinciale per più di un mese.

“Storia, sapori, legame con il territorio. Sono tre elementi fondamentali per la valorizzazione delle eccellenze gastronomiche della Lombardia. Il Festival della Mostarda riesce a incarnare perfettamente questa filosofia legando il cibo alla promozione territoriale. – ha dichiarato Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia – La Regione non può che sostenere una manifestazione di tale portata, che ha saputo innovarsi anche in considerazione del periodo storico che stiamo vivendo.

L’agroalimentare è e sarà una delle locomotive della ripresa economica. È necessario che istituzioni e privati facciano squadra come in questo caso per dare occasione ai produttori di mettere in vetrina queste eccellenze e usufruire di spazi adeguati per valorizzare il proprio lavoro”.

L’evento sarà fruibile in versione digitale, con un ricco palinsesto di eventi e iniziative da seguire online. 
Grazie alla collaborazione con i produttori di mostarda, il Festival offrirà un ampio ventaglio di appuntamenti digitali per scoprire ricette e curiosità sulla mostarda. Ci saranno però anche occasioni per degustare il prodotto nelle sue declinazioni più ricercate, presso ristoranti, enoteche e gastronomie che hanno aderito alla manifestazione e sono inoltre previste visite alle dimore storiche della città e della provincia.

Il Festival è organizzato dalla Camera di Commercio di Cremona, con il Patrocinio e il contributo di Regione Lombardia, in collaborazione con la Strada del Gusto Cremonese, il Comune di Cremona, la delegazione di Cremona dell’Accademia Italiana della Cucina, del Touring Club e dell’ONAF, dell’Unione Cuochi di Regione Lombardia, degli Istituti Superiori Einaudi di Cremona e Munari di Crema e della Scuola Casearia di Pandino.

Tutti gli aggiornamenti sul Festival della Mostarda 7.0, nonché le ricette, gli abbinamenti proposti e le curiosità sul prodotto verranno rese disponibili sul sito ufficiale dell’evento e sugli account social della manifestazione: Instagram,  Facebook e YouTube.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti