Politica
Commenta

Nucleare, Degli Angeli (M5S):
"Lega tira il sasso e nasconde la mano"

Precisa Degli Angeli: “Basta prendere in giro i cittadini, questo è un chiaro segnale di come la Legasia ormai completamente allo sbando e in balia delle dichiarazioni confuse dei propri esponenti di spicco.”

“La risposta fornita dall’ufficio comunicazione di Fontana, sul dibattito riguardante nuove centrali nucleari in Lombardia, costituiscono l’ammissione del valore di credibilità che gli stessi comunicatori attribuiscono alle dichiarazioni del loro presidente Attilio Fontana e di Matteo Salvini”.

A dirlo è Marco Degli Angeli, consigliere pentastellato di Regione Lombardia il quale aggiunge: “Stendo invece un velo pietoso sui goffi e scoordinati insulti del consigliere Leghista cremonese Lena, un ectoplasma quando si parla di risolvere i problemi di treni dei nostri pendolari e della nostra sanità, che si ricorda della provincia dove è stato eletto solo quando deve difendere i propri capi e non quando servono azioni a tutela dei cittadini. Proporre soluzioni realizzabili tra 20 anni non risolvono ora il problema delle bollette elettriche, ma lo sappiamo: la Lega è gonfia di propaganda e poco più. Precisa Degli Angeli: “Ho idea che ora la Lega parli di Fake news proprio perché, capito l’autogol, non abbia pezze giustificative”.

Un’ipotesi, quella del consigliere Degli Angeli, avvallata dal fato che a riportare la notizia, al netto delle diverse dichiarazioni politiche, siano stati diversi importati quotidiani nazionali, i quali hanno spiegato che l’identikit in Lombardia, anche se al momento non risultano progetti dettagliati, sembrerebbe rispondere all’area cremonese e mantovana vista la vicinanza al letto del Po. I vari esperti, tra i quali l’ex presidente di Sogin, ricordano e fanno riferimento al progetto concepito a metà degli anni ‘70 caldeggiato anche dall’allora ministro democristiano dell’industria, Carlo Donat Cattin: già allora il mantovano e il cremonese erano stati individuati come una delle aree prescelte. Ipotesi che poi è tornata alla ribalta nel 2010, con appoggio dell’ex ministro Romani e dall’ex governatore Formigoni.

“Le nostre preoccupazioni sono legittime. Siamo alle solite”, aggiunge Degli Angeli: “Prima tirano il sasso e poi nascondono la mano. Infatti, la dichiarazione fatta ieri da Matteo Salvini («Che problema c’è se mettiamo una centrale nucleare in Lombardia a patto di vedere scendere i costi della bolletta») ha visto l’apertura positiva da parte di Fontana nonché dal suo neo assessore al Welfare Letizia Moratti. Anche questa è una Fake news oppure dalla Giunta non sanno più quel che dicono?” Precisa Degli Angeli: “Basta prendere in giro i cittadini, questo è un chiaro segnale di come la Legasia ormai completamente allo sbando e in balia delle dichiarazioni confuse dei propri esponenti di spicco.”

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti