Cultura
I commenti sono chiusiCommenta

Mantova, a Santa Barbara weekend
di studio sul canto Gregoriano

Tra i docenti Angelo Rusconi, Davide Gualtieri, don Massimiliano Cenzato, Michael Guastalla, Luca Buzzavi, Guido Pellizzari e Michele Faustino Loda.

Un week end di studio e approfondimento sul Canto Gregoriano. Un’occasione per avvicinarsi o conoscere meglio questo particolare tipo di canto.

Un’opportunità per tutti (oltre che per gli addetti ai lavori) che si concretizzerà sabato 2 e domenica 3 ottobre 2021 a Mantova nella Basilica Palatina di Santa Barbara.

Frutto di una felice quanto prestigiosa tradizione, il corso di Canto Gregoriano approda quest’anno in un tempio mantovano concepito dal Duca Guglielmo Gonzaga per esaltare la musica liturgica. Quando allora regnava la policoralità magnificando le composizioni di Claudio Monteverdi, Giaches de Wert, Francesco Rovigo, Maurizio Cazzati e Amante Franzoni, nel contempo Roma riconosceva ai canonici della Basilica di santa Barbara l’onore di una liturgia propria, permettendo così la creazione di musiche nate a Mantova per Mantova. Erede della plurisecolare produzione dello Scriptorium di San Benedetto in Polirone, la Basilica palatina ne affianca una messe di codici musicali straordinari per valore storico – musicale ed artistico.

In questo solco, grazie alla competenza e sensibilità di giovani musicisti mantovani, continua il percorso didattico – conoscitivo sul Canto Gregoriano. Nei due giorni di inizio ottobre si tratterà il Proprio della Missa pro Defunctis, l’Ordinario XVIII e il Vespro della XXVII Domenica del tempo ordinario. Interverranno musicologi, gregorianisti e liturgisti e sarà dato particolare risalto alla prassi esecutiva finalizzata alla celebrazione in canto del Vespro e all’esecuzione successiva del repertorio della Missa Pro Defunctis.

Un focus speciale sarà dedicato al prestigioso organo Antegnati del 1565 sulla prassi esecutiva dell’alternatim.

Infine verrà proposto un laboratorio rivolto alle voci bianche per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni.

“L’obiettivo – come spiegato in conferenza stampa da Davide Nigrelli, Presidente di Chorus Inside Lombardia e da Michael Guastalla, Direttore artistico dell’evento – è consentire a tutti, dal neofita all’esperto, di orientarsi e trovare nuovi motivi di indagine all’interno del repertorio. L’ampio spazio riservato alle esercitazioni e alla prassi esecutiva fornirà ai partecipanti gli elementi basilari per una corretta interpretazione del canto proprio della chiesa. In aggiunta i seminari proposti guideranno in un itinerario storico – liturgico e musicale restituendo in tal modo uno sguardo completo sul repertorio trattato”.

Tra i docenti Angelo Rusconi, Davide Gualtieri, don Massimiliano Cenzato, Michael Guastalla, Luca Buzzavi, Guido Pellizzari e Michele Faustino Loda.

Iscrizioni dalla pagina Facebook di Chorus Inside International

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.