Cultura
Commenta

Società Storica Viadanese, si
riprende il viaggio culturale

Le conferenze saranno tenute in ottemperanza alle norme vigenti anti-Covid: green-pass obbligatorio e prenotazione obbligatoria dei posti a sedere in quanto la capienza della sala è precauzionalmente limitata, salvo diverse disposizioni.

Riprendono finalmente gli incontri pubblici organizzati dalla Società Storica Viadanese dopo la forzata pausa dovuta alla pandemia. Come sempre al Mu.Vi., domenica 10 ottobre si dialoga di storia e politica contemporanea con Paolo Bergamaschi autore del volume Terre di Nessuno. Il 24 ottobre sarà la volta di Franco Canova e Galeazzo Nosari che parleranno della famiglia dei Gonzaga focalizzando l’attenzione sull’origine nei secoli medioevali. Il 7 novembre, con Giulia Formici, irrompe il tema della giurisdizione europea in relazione ai “nuovi cibi” che entreranno nel mercato italiano nei prossimi anni, mentre il 28 novembre Gianfranco Marchesi terrà una conferenza per illustrare le novità degli ultimi anni sulla neuroestetica, ovvero, sulle reazioni del cervello agli stimoli artistici e non solo. Infine, domenica 12 dicembre le manifestazioni autunnali si concluderanno con la presentazione del XVI volume di Vitelliana, il bollettino annuale della Società. Le conferenze saranno tenute in ottemperanza alle norme vigenti anti-Covid: green-pass obbligatorio e prenotazione obbligatoria dei posti a sedere in quanto la capienza della sala è precauzionalmente limitata, salvo diverse disposizioni. Per prenotare scrivere una mail a storicaviadana@gmail.com o telefonare al 349 4630779.

Alessandro Soragna

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti