Economia
Commenta

Casalmaggiore, sostegno Covid
alle imprese, riaperto il bando

Sono state aggiunte alcune categorie: tutto il settore dell'auto e degli agenti di commercio, tutta la categoria riguardante i trasporti, i noleggi e i traslochi, alcune attività di consulenza, i pubblicitari, le attività legali e di contabilità, attività che anche se per legge aperte, tranne in zona rossa, di fatto hanno potuto lavorare pochissimo con gravi danni economici

E’ stato approvato in Giunta il SECONDO BANDO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI SOSTEGNI A FONDO PERDUTO ALLE ATTIVITA’ ECONOMICHE CON SEDE OPERATIVA IN CASALMAGGIORE PER EMERGENZA DA COVID-19”, il bando ha una dotazione di 70mila euro e ricalca sostanzialmente il primo bando imprese che ha portato a concedere un contributo a 110 imprese con sede a Casalmaggiore, per circa 78 mila euro di contributi.

Vi sono però delle novità, perchè è stata ampliata la gamma delle attività che possono beneficiare del contributo. Sono confermati come possibili beneficiari i SERVIZI PER LA CURA DELLA PERSONA CON CODICE ATECO 96.02, 96.04, 96.09 (a titolo esemplificativo e non esaustivo: barbieri e parrucchieri, istituti di bellezza e centri benessere, attività di tatuaggio e piercing, organizzazione di feste e cerimonie); COMMERCIO AL DETTAGLIO NON ALIMENTARE SPECIFICATAMENTE RIENTRANTE NEI CODICE ATECO 47.3, 47.4, 47.5, 47.6, 47.7; SERVIZI DI RISTORAZIONE E/O SOMMINISTRAZIONE CODICE ATECO 56 (a titolo esemplificativo e non esaustivo: ristoranti, pub, pizzerie, locande con cucina caratteristica, bar, gelaterie, kebabberie, pasticcerie, attività di ristorazione connesse alle aziende agricole); AGRITURISMI E STRUTTURE RICETTIVE TURISTICO ALBERGHIERE (CODICE ATECO 55); ATTIVITA’ DI SERVIZI CULTURALI E DELLO SPETTACOLO E ATTIVITÀ SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DI DIVERTIMENTO (Codice ATECO 59, 90, 91 e 93, 85.51, 85.52); AGENZIE DI VIAGGI (Codice ATECO 79); COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE MEDIANTE POSTEGGIO NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI CASALMAGGIORE, NON ALIMENTARE, E SOLO CON SEDE LEGALE A CASALMAGGIORE (CODICE ATECO 47.82 e 47.89).

Inoltre sono state aggiunte alcune categorie: tutto il settore dell’auto e degli agenti di commercio, tutta la categoria riguardante i trasporti, i noleggi e i traslochi, alcune attività di consulenza, i pubblicitari, le attività legali e di contabilità, attività che anche se per legge aperte, tranne in zona rossa, di fatto hanno potuto lavorare pochissimo con gravi danni economici. Nel dettaglio questi sono i codice ATECO coinvolti in più rispetto al primo bando: COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO DI RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E MOTOCICLI (CODICE ATECO 45); INTERMEDIARI DEL COMMERCIO (CODICE ATECO 46.1); TRASPORTO TERRESTRE E TRASPORTO MEDIANTE CONDOTTE, TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D’ACQUA, TRASPORTO AEREO (CODICE ATECO 49, 50 e 51); ATTIVITA’ LEGALI E CONTABILITA’ (CODICE ATECO 69); ATTIVITA’ DI CONSULENZA GESTIONALE (CODICE ATECO 70.2); PUBBLICITA’ E RICERCHE DI MERCATO (CODICE ATECO 73); ALTRE ATTIVITA’ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE (CODICE ATECO 74); ATTIVITA’ DI NOLEGGIO E LEASING OPERATIVO (CODICE ATECO 77); ATTIVITA’ DI SUPPORTO PER LE FUNZIONI D’UFFICIO, ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI E FIERE, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE NCA (CODICE ATECO 82.1, 82.3 e 82.9); RIPARAZIONE DI COMPUTER E DI BENI PER USO PROFESSIONALE E PER LA CASA (CODICE ATECO 95).

Ultimo ampliamento riguarda l’apertura dell’attività, nel senso che nel primo bando le attività aperte nel 2019 e nel 2020 ricevevano un contributo una tantum, che è stato confermato in 300 euro, mentre stavolta si premiano anche le imprese attivate tra il gennaio e il 26 aprile 2021, data dell’ultima giornata in zona arancio in Lombardia, con un contributo una tantum di 200 euro. Confermato il contributo lineare fino a un massimo di 2000 euro a seconda della perdita di fatturato con un minimo del 10% per tutte le attività aperte prima dell’1.1.2019. Ovviamente chi ha già ricevuto contributi nel primo bando non potrà partecipare.

Il bando aprirà il giorno giovedì 7 ottobre 2021 e le domande saranno depositabili entro il giorno venerdì 22 ottobre 2021, via pec.

Il bando sarà pubblicato prima del possibile deposito delle domenade per dare modo a tutti gli imprenditori e professionisti di essere a conoscenza dei requisiti di ammissibilità.

“Penso sia una bella opportunità – dice il Sindaco Filippo Bongiovanni- per alcune attività rimaste escluse dopo il primo bando; vi sono alcuni settori molto danneggiati, che ora rientrano in gioco, mentre un secondo bando consente anche a chi la prima volta non ha fatto in tempo o non era a conoscenza del bando di recuperare e poter accedere al contributo. Spero sia un aiuto importante per i nostri imprenditori, che oggi stanno ripartendo”.

redazioneoglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti