Cronaca
Commenta

Museo Diocesano, sarà per
Sant'Omobono l'inaugurazione

Realizzato anche grazie al contributo fondamentale della Fondazione Arvedi Buschini, ospiterà le opere d’arte provenienti dalle realtà ecclesiali della Diocesi. Quadri, crocefissi, sculture: capolavori che risalgono o a differenti autori, epoche e stili

E’ situato nel cuore del centro storico di Cremona e ormai prossimo all’inaugurazione, il Museo Diocesano di Cremona, che sarà donato alla città in occasione di Sant’Omobono. Sono in corso di definizione gli ultimi dettagli sulla data, che dovrebbe essere il 13 novembre, proprio in concomitanza con il giorno del Santo patrono della città.

Realizzato anche grazie al contributo fondamentale della Fondazione Arvedi Buschini, ospiterà le opere d’arte provenienti dalle realtà ecclesiali della Diocesi. Quadri, crocefissi, sculture: capolavori che risalgono o a differenti autori, epoche e stili. Fra gli elementi di pregio figura una mappa dipinta su carta e tela da Antonio Campi nella seconda metà del Cinquecento. Rappresenta il territorio diocesano dell’epoca, in modo dettagliato e artistico, applicando ad esempio decori in foglia d’oro.

All’ingresso invece ci sarà l’“Apparizione a Caravaggio della Madonna di S. Maria del Fonte”, opera del 18esimo secolo creata nella bottega del Massarotti, che rende omaggio alla patrona della Diocesi. Dopo qualche rallentamento causato nel 2020 dalla pandemia, ora i lavori sono conclusi: insieme alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, al Battistero, e al Museo Verticale del Torrazzo, con il nuovo museo diocesano nascerà un vero e proprio Parco Culturale Ecclesiale nel cuore di Cremona.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti