Eventi
Commenta

Novellara, domenica prossima
concerto d'organo e soprano

L’ascolto diviene così momento di conoscenza e arricchimento culturale promosso dagli stessi esecutori: il soprano Sara Fornaciari e l’organista Simone Serra. Per l’occasione sarà utilizzato uno dei pochi organi realizzati da Emilio Catellani a metà Novecento recentemente restaurato

Domenica 10 ottobre, alle ore 17, nella chiesa parrocchiale di San Giovanni della Fossa in Novellara, avrà luogo un concerto per soprano e organo organizzato dalla Associazione “Giuseppe Serassi” in collaborazione con Aima e il Comune di Novellara. Si tratta del secondo appuntamento del progetto “Musica per la musica”, una proposta pensata per favorire un diverso modo di ascolto che ci informa sulle caratteristiche dei brani eseguiti, considerandone la costruzione, lo stile e il contesto storico di riferimento. L’ascolto diviene così momento di conoscenza e arricchimento culturale promosso dagli stessi esecutori: il soprano Sara Fornaciari e l’organista Simone Serra. Per l’occasione sarà utilizzato uno dei pochi organi realizzati da Emilio Catellani a metà Novecento recentemente restaurato.

Sara Fornaciari si è diplomata presso il Conservatorio “L. Campiani” di Mantova, insegna presso l’Istituto Diocesano di Musica e Liturgia di Reggio Emilia e la scuola di musica “Non Solo Note” di Bagnolo in Piano; cura l’educazione musicale e la vocalità dei bambini sordi dell’Istituto “Figlie della Provvidenza” di Carpi dove ha avviato e dirige il coro “Voci e Mani bianche”. Si esibisce in varie rassegne come solista o in diverse formazioni corali, tra cui il coro Sacri Concentus Cantores.

Simone Serra ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna diplomandosi in Organo e Composizione organistica e Composizione. Presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Bologna si è laureato in D.A.M.S.. Ha partecipato a vari corsi di interpretazione organistica e organologia e si è esibito in rassegne su organi storici. È organista della Chiesa parrocchiale di Anzola Emilia. L’ingresso è gratuito fino ad esaurimento posti; è necessario esibire il Green Pass.

Paolo Panni, Eremita del Po

© Riproduzione riservata
Commenti