Solidarietà
Commenta

ARCES Viadana, ambulanza alla
consorella di Isola Capo Rizzuto

L' ambulanza donata dalla Misericordia di Otranto a Arces di Viadana sta per arrivare dopo l'iter burocratico a destinazione presso Arces OdV  di Isola di Capo Rizzuto

L’ambulanza donata dalla Misericordia di Otranto a Arces di Viadana sta per arrivare dopo l’iter burocratico a destinazione presso Arces OdV di Isola di Capo Rizzuto dove verranno consegnate anche le chiavi della sede. Ha  mantenuto un’altra promessa, Giuseppe Guarino, Presidente di Arces Viadana. Infatti sta per  arrivare a destinazione, presto operativa  l’ambulanza donata dalla Misericordia di Otranto e dalla stessa ARCES VIADANA, con il sostegno di donazioni da parte di consociate e personali da volontari con la consegna delle chiavi della sede. Un Giuseppe Guarino commosso per aver  fatto quanto di suo dovere, soprattutto per ridare la speranza e la luce a tanti giovani e non che ora  possono rimpegnarsi con amore nel volontariato e nel soccorso al prossimo sofferente. Ricordando che dopo 20 anni ritrova nella contentezza la fiducia e la stima che gli hanno sempre dimostrato e per questo ringrazia sempre i suoi ragazzi che sono cresciuti con lui. Si ringraziano i confratelli che nel rigoroso anonimato, valore enistimabile, hanno sempre sostenuto, contribuendo e donando, non solo economicamente ma fattivamente all’iniziativa, affinché si riportasse al paese con 34 Km di coste e a tutto il territorio un servizio di volontariato di soccorso, trasporto protetto e di protezione Civile. “Mi sento orgoglioso, che Isola si sia ripresa una rivincita, perché questi giovani e non, si stanno rimboccando le maniche.Ora avranno bisogno del nostro aiuto e  supporto, affinché offrano un buon servizio per tutta la comunità e soprattutto per ridare uno  spiraglio alla rinascita della sanità calabrese ormai distrutta. Nel rivolgere di vero cuore un augurio di buon lavoro al Presidente, al Direttivo e a tutti i volontari, Guarino chiosa con un invito ai volontari nel fare diventare il loro servizio uno stile di vita, mettendoci amore e soprattutto un sorriso. È l’inizio di un lungo percorso, già dalle prossime ore, si lavorerà per nuovi mezzi e attrezzature naturalmente con la collaborazione di Arces Viadana. Che Dio ne renda merito”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti