Cronaca
I commenti sono chiusiCommenta

Impronte d'Acqua. Padania premia
San Giovanni in Croce e Calvatone

I vertici di Padania Acque e dell’ATO e i membri della giuria hanno ricevuto i responsabili dei centri estivi e i referenti dei progetti artistici insieme ai Sindaci dei relativi comuni per congratularsi del risultato ottenuto e dell’impegno profuso dai bambini e ragazzi nella realizzazione degli elaborati

Il premio a Calvatone
Il premio a San Giovanni in Croce

Si è tenuta questo pomeriggio, presso la sala Spazio Comune del Comune di Cremona, la premiazione dei grest e centri estivi vincitori del contest “Impronte d’acqua, salviamo il pianeta” targato Padania Acque, alla presenza del Presidente Cristian Chizzoli, dell’Amministratore Delegato Alessandro Lanfranchi e di Stefano Belli Franzini e Damiano Scaravaggi, rispettivamente Presidente e Direttore dell’Ufficio d’Ambito di Cremona. Presenti anche il Direttore del quotidiano La Provincia di Cremona Marco Bencivenga e il giornalista e coordinatore Redazionale di TeleRadio Cremona Cittanova Filippo Gilardi che, insieme al Direttore responsabile di Cremona1 Guido Lombardi, hanno preso parte in qualità di membri esterni alla commissione che ha valutato gli elaborati realizzati dai centri estivi della provincia.

Dei 37 elaborati pervenuti, sono stati premiati i seguenti:

  • “Un mare di soluzioni”, centro estivo Villa Medici Splash San Giovanni in Croce;
  • “Fiume pulito, fiume sano”, centro estivo CRD di Calvatone;
  • “L’acqua è la vita, l’acqua siamo noi”, centro estivo “Hurrà” di Offanengo;
  • “Proteggiamo l’ambiente, preserviamo l’acqua. Insieme possiamo!”, centro estivo “Hurrà” di Pozzaglio ed Uniti.
  • “Impronte d’Acqua”, centro estivo “Il Girasole, sport per tutti” di Pizzighettone – menzione speciale per l’inclusività grazie all’utilizzo della lingua dei segni (LIS).

I vertici di Padania Acque e dell’ATO e i membri della giuria hanno ricevuto i responsabili dei centri estivi e i referenti dei progetti artistici insieme ai Sindaci dei relativi comuni per congratularsi del risultato ottenuto e dell’impegno profuso dai bambini e ragazzi nella realizzazione degli elaborati.

«La sostenibilità, il focus di questo contest, è un tema caro alla nostra azienda che vogliamo continuare a trasferire alle giovani generazioni anche nelle scuole e in ogni occasione di incontro con loro, – ha affermato l’Amministratore Delegato Lanfranchi. – L’acqua è un elemento fondamentale e un diluente speciale che raccoglie e porta con sé le sostanze che incontra ma è in grado di rigenerarsi e tornare pura come allo stato originale».

«Oggi premiamo i vincitori del contest ma, in realtà, a vincere è l’intera comunità cremonese in quanto i bambini e i ragazzi hanno dimostrato di aver recepito l’importanza del tema della sostenibilità, facendoci ben sperare per il nostro futuro e per quello del nostro pianeta, – ha dichiarato il Presidente Chizzoli. – L’acqua è una risorsa preziosa e indispensabile per la vita, per questo ci impegniamo a restituirla all’ambiente migliore di come è stata prelevata».

«Ringrazio Padania Acque per l’impegno profuso ogni anno anche con le iniziative realizzate nell’ambito della sostenibilità, – ha sottolineato il Presidente dell’ATO Belli Franzini. – Dobbiamo impegnarci a lasciare l’ambiente migliore di come è stato trovato e Padania Acque è una realtà all’avanguardia sotto questo punto di vista, anche a livello nazionale, in grado di gestire il servizio idrico integrato cremonese con grande professionalità e con un livello elevato di qualità».

I membri esterni della commissione sono quindi intervenuti in merito al lavoro di valutazione degli elaborati pervenuti.

Il Direttore Bencivenga ha sottolineato che «il lavoro della giuria non è stato semplice per il livello degli elaborati in concorso. Lavori eterogenei realizzati da bambini e ragazzi di età differenti ma con idee e modalità altrettanto ricche di valore, perché raccontano anche con la semplicità tipica dei più piccoli un valore importante come quello della sostenibilità».

Ha proseguito poi Gilardi: «La valutazione degli elaborati è stato un lavoro impegnativo e particolare in quanto non siamo abituati al linguaggio dei bambini. Il bello di questo progetto è proprio la capacità di coinvolgere i più giovani su questi temi sempre più attuali, in un’estate che ha rappresentato anche la possibilità di tornare a lavorare insieme di persona.».

Tutti i vincitori sono stati omaggiati con un buono regalo a supporto degli organizzatori dei centri estivi per l’acquisto di materiale di cartoleria e prodotti da ufficio.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti

I commenti sono chiusi.