Cronaca
Commenta

Viadana, fingono di vendere la Panda
della nonna morta ma è una truffa

Dopo aver fatto la ricarica del titolo di credito, la vittima è stata contattata dal 57enne che, nel darle appuntamento nei pressi della stazione ferroviaria di Piacenza, ha iniziato a flirtare con la donna. Questa però ha rifiutato le avances e ha chiesto di ottenere indietro i suoi soldi.

Nei giorni scorsi i militari della Stazione di Viadana hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria di Mantova due cittadini italiani – un 55enne ed un 74enne – ritenuti responsabili di truffa in concorso.

I fatti risalgono al mese scorso, quando una donna di Viadana ha deciso di inserire su un sito internet specializzato un annuncio per la ricerca di un’autovettura da acquistare ad una cifra modica. A contattare la donna si fa avanti il 55enne, che raccontandole di poterle regalare la Fiat Punto di sua nonna appena deceduta, le chiedeva solamente di accollarsi le spese per il passaggio di proprietà. La donna, ha così deciso di accreditare su una carta di credito prepagata – intestata al 74enne – la somma di circa 400 Euro.

Dopo aver fatto la ricarica del titolo di credito, la vittima è stata contattata dal 57enne che, nel darle appuntamento nei pressi della stazione ferroviaria di Piacenza, ha iniziato a flirtare con la donna. Questa però ha rifiutato le avances e, insospettitasi dalla situazione, ha chiesto più volte al 57enne di restituirgli la cifra già accreditata: tuttavia l’uomo nel frattempo si era reso irreperibile.

Gli accertamenti svolti dai militari operanti hanno permesso di risalire all’identità del 57enne, nonché del 74enne che si era prestato – dietro compenso – ad attivare una carta di credito prepagata, usata successivamente per mettere in piedi la truffa. I due uomini sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria di Mantova per truffa in concorso.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti