Eventi
Commenta

Sabbioneta, teatro all'Antica
sabato Luce di Erica Muraca

Lo spettacolo è stato fortemente voluto dalla Dottoressa Maria Rosaria Palmigiano, psicologa e psicoterapeuta, specializzata in criminologia, che da anni si occupa di lavorare con donne vittime di violenza

Fin da piccole tutti ci insegnano che non dobbiamo accettare caramelle dagli sconosciuti ma non tutti ci insegnano a coltivare il nostro talento… Quando ci ritroviamo all’interno di una relazione non esitiamo chiedere consigli su come comportarci ma raramente rimaniamo in ascolto di quello che solo il nostro intuito può rivelarci… Per salvarci è molto importante alzare il telefono e chiedere aiuto… ma questo non può avvenire se prima di tutto non abbiamo chiesto noi aiuto a noi stesse.

LUCE – uno spettacolo sulle relazioni pericolose lancia una sfida: Può una donna salvarsi da una relazione pericolosa? Può farlo attingendo a doti quali l’intuito e il talento? Siamo circondate da associazioni, movimenti, eventi, manifestazioni, articoli, testimonianze… che mirano tutti al sostegno delle donne vittime di violenza ma non tutte queste opportunità centrano l’obiettivo di mettere in luce tutte quelle qualità che ogni donna possiede dalla nascita per SENTIRE che “c’è qualcosa che non va”; INTUIRE che l’uomo che ha accanto “si comporta in modo strano”; VEDERE che quello che sta vivendo “non è poi così normale”; SCEGLIERE di uscire da quella casa, da quella gabbia, da quella relazione e tentare una nuova vita e, così, SALVARSI.

Tutte le donne possiedono un sesto senso e la capacità di connettersi profondamente con la propria parte più intuitiva, quella che non si sbaglia mai, quella connessa a quella frase che tanto spesso ci ripetiamo: “io me lo sentivo, io già lo sapevo”. C’è una profonda verità dietro a queste frasi che tanto spesso ci ripetiamo ed è quella verità che dice che in un modo o nell’altro qualcosa dentro, che non sappiamo spiegare, aveva già visto tutto, aveva già previsto tutto.

Questo “qualcosa che non sappiamo spiegare” in realtà nasconde un potere: il potere di comprendere da subito che cosa sta accadendo, in quale situazione ci troviamo, come ci sentiamo, se quello che stiamo vivendo fa per noi oppure no. Il fatto di non sapere spiegare che cos’è realmente questo potere ci impedisce di illuminarlo, di portarlo alla luce e quindi di utilizzarlo tutte le volte in cui ne abbiamo bisogno. Fare LUCE per noi non significa solo portare in scena uno spettacolo sulla violenza sulle donne, significa illuminare quelle doti particolari che ogni donna possiede e che, riaccendendole, potrebbe consentire a ognuna di loro di costruirsi la vita che desidera, seguendo passo passo tutte le indica-zioni che intuito e talento suggeriscono a chi si mette in ascolto della propria essenza.

Lo spettacolo è stato fortemente voluto dalla Dottoressa Maria Rosaria Palmigiano, psicologa e psicoterapeuta, specializzata in criminologia, che da anni si occupa di lavorare con donne vittime di violenza. Assieme alla Dottoressa, abbiamo deciso di portare in scena uno spettacolo di speranza, di vita, di luce, mostrando tutte le fasi cliniche attraverso le quali si costruisce, alimenta, definisce una relazione patologica. Tutte queste fasi vengono narrate all’interno dello spettacolo e per ogni fase viene mostrata: la strategia che utilizza il partner per isolare, ingabbiare e manipolare la propria compagna; le tecniche linguistiche che molto spesso accompagnano queste azioni; le fasi emotive di lui e le fasi emotive di lei; il gaslight ovvero la dispercezione di se stessa e della realtà, che la donna che subisce violenza, raggiunge; come e quante opportunità si palesano intorno alla donna per poter uscire da questa dimensione e, a differenza dei finali tragici dei quali sentiamo purtroppo spesso parlare, come sia possibile che la donna si svegli da sola da questo sonno che sa di morte. Alla prima dello spettacolo LUCE – uno spettacolo sulle relazioni pericolose segue un dibattito aperto al pubblico. Apre e modera la serata: Paolo Montanari (frontman del gruppo musicale “Ma noi no” speaker e presentatore tv). Lo spettacolo teatrale LUCE nasce con l’intento di portare una trasformazione istantanea in ciascuna donna trascinandola in una dimensione in cui talento, unicità e salvezza si uniscono per regalare a ognuna una speranza concreta di una vita nuova. Prenotazione obbligatoria a lucerinascere@gmail.com Ingresso a offerta libera (contributo minimo richiesto 10,00) GreenPass obbligatorio.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti