Politica
Commenta

Forattini (PD): "Subito il rilancio
degli ospedali mantovani"

"Ricordando il grido di dolore lanciato da oltre 90 medici dell’azienda sanitaria locale attraverso la loro lettera pubblica, ho chiesto alla Giunta di Regione Lombardia di garantire un piano di rilancio per gli ospedali pubblici di Mantova, Asola e Pieve di Coriano"

In foto il Pronto Soccorso dell'Ospedale di Asola

“La Regione Lombardia sviluppi da subito un piano di rilancio per gli ospedali mantovani, sfruttando l’occasione della nuova legge sanitaria per ridare slancio e progettualità in termini di servizi, attrezzature e personale”. Lo chiede la consigliera regionale del Partito Democratico Antonella Forattini, che ha presentato tre ordini di giorno su questo tema, chiedendo che le proposte siano inserite nella nuova legge sanitaria regionale, in discussione in questi giorni in Consiglio Regionale.

“La Lombardia non è tutta uguale e non tutti i servizi sanitari sono distribuiti in modo omogeneo nelle varie province. Mantova è un caso emblematico”, spiega la consigliera dem. “Per questo, ricordando anche il grido di dolore lanciato da oltre 90 medici dell’azienda sanitaria locale attraverso la loro lettera pubblica, ho chiesto alla Giunta di Regione Lombardia di garantire un piano di rilancio per gli ospedali pubblici di Mantova, Asola e Pieve di Coriano. Un piano che contenga obiettivi, tempistiche e risorse economiche e che ripristini le funzioni, i servizi e gli ambulatori presenti nel periodo pre-pandemia, garantendo nel contempo l’assunzione o il trasferimento del personale necessario.

Serve, inoltre, dotare i reparti di Terapia Intensiva del numero di medici e del personale sanitario previsti per i presidi ospedalieri sede di DEA di I livello”.

“Perché proprio ora? – conclude Forattini – Visto il nuovo Decreto Ministeriale 70 sull’organizzazione della rete ospedaliera, possiamo scegliere se subirne passivamente le prescrizioni, oppure organizzarci preventivamente, avviare una condivisione con il territorio e una programmazione”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti